"Faremo la politica dei piccoli passi per non ritrovarsi in un vortice di crisi societaria, ringrazio Uglietti per aver lasciato la società senza debiti"

CASALNUOVO DI NAPOLI (NA) - Il Casalnuovo Calcio sta preparando al nuova stagione agonistica e i cambiamenti in casa granata cominciano dai vertici. Dopo il passaggio di mano di Uglietti, arrivato alla soglia dell’Eccellenza attraverso i playoff, è cominciata l’era di Giorgio Mascitelli e i un gruppo di giovani imprenditori. Mascitelli, che nella vita professionale è un imprenditore del mondo dello spettacolo, si è voluto affiancare con altri giovani imprenditori di Casalnuovo ed aspetta di allargare la Società ad altre forze imprenditoriali di Casalnuovo.

Casalnuovo è una piazza importante che merita una squadra di calcio importante – dice Mascitelli. Voglio ringraziare i primo luogo Uglietti che ha lasciato una società sana e senza debiti. Questo ci permetterà di programmare il futuro con calma”.

La nuova Società vuole fare la politica dei piccoli passi in modo da non trovarsi nei vortici di crisi societarie dopo pochi mesi e infatti il presidente Mascitelli ha le idee chiare anche sul prossimo futuro. “La prossima settimana ufficializzeremo l’assetto societario con i vari ruoli all’interno della Società per poi annunciare anche lo staff tecnico che dovrà guidare la squadra. Inoltre a seguito di incontri che avremo con altri potenziali soci del territorio di Casalnuovo, decideremo se fare richiesta di ripescaggio nel Campionato di Eccellenza. In entrambi i casi, in Promozione o in Eccellenza, allestiremo una squadra competitiva con un occhio particolare alla crescita dei giovani. Anche per questo lo staff tecnico che sceglieremo avrà come compito principale la crescita e la valorizzazione dei giovani. In questa ottica vorremmo come “partner” ideali le Scuole Calcio di Casalnuovo in modo da far diventare la nostra squadra un trampolino di lancio per i giovani della città”.

Un aspetto importante sarà anche lo stadio “D. Iorio” che attualmente è ancora in una fase di completamento. Anche su questo il presidente Mascitelli ha le idee chiare “Il Comune sta facendo un qualcosa di importante perché rifare un campo di calcio è segno di vicinanza allo Sport. Quindi diamo il tempo all’Amministrazione di lavorare come sta facendo al rifacimento dello stadio. Intanto per gli allenamenti, se lo Stadio non sarà pronto per Agosto, possiamo utilizzare la struttura sportivo del “Madrigal” che sta a Volla, al confine con Casalnuovo,  che è dotato di tutti i comfort per svolgere un lavoro di preparazione e che fungerà da base operativa per tutta la parte organizzativa”.

La prossima settimana si annuncia quindi cruciale per il futuro Casalnuovo del presidente Mascitelli sia per l’aspetto organizzativo ma soprattutto per la decisione di richiedere il ripescaggio in Eccellenza.