Al termine della diciassettesima giornata del Campionato Promozione per i gironi A e B, Campania Football ha stilato la sua Top 11 e l'allenatore che maggiormente si sono messi in mostra nelle gare del week - end

NAPOLI-  È tempo di stilare la TOP 11 per quanto riguarda la categoria Promozione. Seguendo sempre il regolamento del CR Campania, che impone alle società di dover schierare obbligatoriamente tre under (1999, 2000 e 2001), mettiamo in campo quello che per noi rappresentano il miglior undici di giornata facendo riferimento alla diciassettesima giornata del Campionato Promozione  per i gironi A e B.

MODULO 4-2-4

PORTIERE

Vincenzo Esposito – PONTICELLI CALCIO
Con un lutto al cuore, ha deciso di non abbandonare la nave diretta a Procida risultando decisivo nell’incredibile vittoria del Ponticelli sugli isolani. Il portiere biancorosso infatti, a fine primo tempo, vola alla sua sinistra parando il rigore a Pianese, non uno qualsiasi, con un balzo felino. Una parata fondamentale che, unita alla sua solita leadership e a tanti interventi intermedi, ha permesso alla sua squadra di portare a casa tre punti molto pesanti.

DIFENSORI

Michele Araniello (2001) – ORATORIO DON GUANELLA
Lo avevamo segnalato già nelle precedenti Top 11, per Araniello quella col San Giuseppe è l’ennesima conferma di un giocatore dal futuro assicurato, un terzino molto abile in fase offensiva e che sta facendo le fortune di un Oratorio Don Guanella che punta ad ottenere la salvezza nel girone B di Promozione. Tanta spinta sulla fascia per il giovanissimo calciatore di Scampia, che ha il merito non solo di dare un grosso contributo alla manovra ma anche quello di segnare la rete che sblocca il punteggio rubando palla al suo dirimpettaio Rubino per poi battere Russo da due passi.

Pasquale D’Arienzo – AC SANT’ANTONIO ABATE 1971
Esperienza al potere, tanto sudore e grinta per portare il Sant’Antonio Abate nuovamente in Eccellenza. Così D’Arienzo si è preso la leadership dei giallorossi assieme a Vitale conducendo i suoi alla tredicesima vittoria stagionale. Tre punti maturati nella ripresa contro una Neapolis che aveva sì assente il bomber Catena, ma vantava al tempo stesso un attacco temibile e soprattutto veloce con Giorgio pronto a colpire. Il numero 9 degli ospiti invece è stato tenuto a bada nel migliore dei modi, in più D’Arienzo è stato super decisivo perché la sua incoronata di testa ha permesso al Sant’Antonio di sbloccare la contesa nell’avvio di ripresa mettendo così in discesa il match.

Valerio Alterio – VIRIBUS SOMMA 100
Non era avversario semplice il Teano, squadra che davanti poteva contare su giocatori importanti e soprattutto imprevedibili. Ha prevalso però la qualità e la forza della difesa della Viribus, guidata da un giocatore importante come Alterio sempre attento e preciso negli interventi in fase di copertura che hanno permesso alla squadra rossoblu di soffrire poco in difesa e di scagliare poi l’affondo decisivo con Iervolino in contropiede portando a casa tre punti vitali in ottica salvezza.

Ivan Paradisi – AC MONTESARCHIO 1950
Si francobolla ad Insigne e non lo lascia praticamente respirare limitando in maniera importante le giocate del numero 10 del Villa Literno. Grande fase difensiva, buona anche la fase offensiva con Paradisi che spesso si sgancia sulla corsia di destra per provare a dare supporto alla manovra e provare anche la conclusione come nel finire di primo tempo quando il suo diagonale finisce fuori di poco. Gli va molto meglio nella ripresa perché, di testa, incorna su angolo dalla sinistra la rete che vale il 2-2 finale, un gol in cui mette in mostra tutta la sua esplosività e forza fisica.

CENTROCAMPISTI

Salvatore Vitagliano – SSD ISCHIA CALCIO
Qualità e che qualità! Mancava questo all’Ischia Calcio per poter ambire senza mezzi termini al vertice della classifica, lo aveva spesso chiesto il tecnico Bilardi e con il suo arrivo le cose sono cambiate. Ora l’Ischia gira a mille, ha il suonatore d’orchestra che detta ritmi e giocate sapendo essere pericoloso anche sui calci piazzati. Così gli isolani hanno trovato in Vitagliano l’equilibratore che, anche col Vico Equense, è salito in cattedra conducendo i suoi ad una vittoria importante che ha permesso all’Ischia di agguantare al quarto posto l’Isola di Procida.

Giuseppe Palladino (2000) – PONTICELLI CALCIO
Tanta quantità messa in campo allo “Spinetti” di Procida per questo giovane calciatore di cui si è sempre detto un gran bene. Di contro il Procida era un avversario molto temuto, ma ciò non ha intimorito Palladino sceso in campo con grinta e determinazione. Tanti palloni rubati, su tutti quello che avvia la manovra che consente al Ponticelli di segnare la rete della vittoria: nell’occasione, il numero 4 prima aveva rubato palla a Saurino e poi era andato in pressing su Lamarra portandolo ad un errore decisivi ai fini della marcatura.

ATTACCANTI

Michele Chianese (2000) – VILLA LITERNO CALCIO
Due gol da gran giocatore, spunti importanti e le stimmate di un giocatore che si farà. D’altronde Chianese viene da una trafila importante passata nei migliori settori giovanili campani e le sue qualità, il suo talento sono sotto gli occhi di tutti. Le sue reti sono solo il prodotto finale di un giocatore che non ha paura di tentare la giocata e prendersi qualche responsabilità di troppo. Così ci prova e mette a segno una doppietta bellissima, un tiro al volo di destro prima e un pallonetto delizioso col sinistro poi per ribaltare l’iniziale vantaggio del Montesarchio. Una goduria per palati fini, uno show che a Villa Literno sperano possa continuare fino alla fine del campionato.

Alfonso De Lucia – VITULAZIO CALCIO
Quota “10” nella classifica marcatori ed un 2019 che inizia nel migliore dei modi per l’attaccante rosanero, che mette in piedi una doppietta che stende a domicilio il Casagiove regalando qualche speranza di Play Off al Vitulazio. Due gol da attaccante vero, una rete per tempo in cui De Lucia prima batte da due passi il portiere e poi sigla lo 0-2 con un bel colpo di testa su cross di Capobianco mettendo al sicuro il risultato in una gara non facile.

Salvatore Galizia – PONTICELLI CALCIO
Quando le partite pesano, eccolo spuntare da fuoriclasse qual’è e risolvere gare sulla carta impossibili da vincere. Contro il Procida, che in casa non aveva mai perso, non era facile portare a casa i tre punti, anzi. Poi però ci ha pensato lui, Galizia, a risolvere la contesa con un gol per tempo in cui ha messo in mostra qualità eccelsa e senso del gol segnando prima una posizione da posizione quasi impossibile e poi bissando le sue marcature, nella ripresa, con un tocco da rapace d’area sottomisura che ha portato i tre punti al Ponticelli. Punti che difatti fanno sognare i biancorossi, ora a sei punti dai Play Off.

Gerardo Rubino – SSD ISCHIA CALCIO
Finalmente Rubino è tornato a fare ciò che gli riusciva meglio, il gol. Due reti da rapinatore d’area contro il Vico Equense, due marchi importanti in un girone di ritorno in cui l’Ischia punta senza mezzi termini a raggiungere l’Eccellenza, anche attraverso i Play Off. Così Rubino si vuole prendere per mano la squadra a suon di gol e la strada intrapresa dal bomber ischitano sembra essere quella giusta: tre gol da quando è sceso in Promozione con l’obiettivo di raggiungere la doppia cifra e una promozione importante in gialloblu.

ALLENATORE

Carmine Esposito – PONTICELLI CALCIO
Allena il Ponticelli da una vita, ormai questa squadra è una sua creatura a tutti gli effetti. L’anno scorso i biancorossi raggiunsero la settima piazza, ora il Ponticelli è sesto ed ha lo sguardo fisso ai Play Off, distanti appena sei punti. Un risultato incredibile reso ancora più grande grazie alla vittoria che la squadra del quartiere napoletano ha ottenuto sugli isolani del Procida, una squadra accreditata da tutti come tra le pretendenti alla vittoria finale del Girone B di Promozione e caduta sotto i colpi di Galizia e compagni. Una squadra che ha eseguito alla perfezione il piano tattico messo in piedi da un tecnico sapiente ed esperto come Esposito, capace di imbrigliare gli isolani portandoli a calciare spesso e volentieri dalla distanza e poi cercando la ripartenza sfruttando le qualità di un giocatore come Galizia, che poco c’entra con la categoria. Così il Ponticelli sbanca Procida mostrando muscoli e forza mentale oltre che tecnica con la voglia, ora, di sognare qualcosa di più grande che una semplice salvezza.