Al termine della 24esima giornata del Campionato Promozione per i gironi A e B, Campania Football ha stilato la sua Top 11 e l'allenatore che maggiormente si sono messi in mostra nelle gare del week - end

NAPOLI - È tempo di stilare la TOP 11 per quanto riguarda la categoria Promozione. Seguendo sempre il regolamento del CR Campania, che impone alle società di dover schierare obbligatoriamente tre under (1999, 2000 e 2001), mettiamo in campo quello che per noi rappresentano il miglior undici di giornata facendo riferimento alla 24esima giornata del Campionato Promozione  per i gironi A e B.

MODULO 4-2-4

PORTIERE

Giuseppe Zotti – FORZA E CORAGGIO BN
Se il risultato resta in bilico fino alla fine, c’è da ringraziare solo ed esclusivamente il numero 1 giallorosso che, a suon di interventi, ha tenuto in gioco il Forza e Coraggio nel big match di giornata col Vitulazio. Zotti mostra le sue grosse abilità già dopo tre minuti quando, praticamente a freddo, dice di no in rapida sequenza a De Lucia e Gianpaolo Russo. Poi tante buone uscite nei primi quarantacinque minuti, prima di ergersi nuovamente a protagonista con un’altra grande parata su tiro dalla distanza di Liccardi. Un’altra gara perfetta dunque per una delle rivelazioni più belle e fondamentali di questo Forza e Coraggio che vuole continuare a sognare.

DIFENSORI

Christian Mancini (2002) – FC CASALNUOVO
Gioca a destra e mette nuovamente in mostra tutte le sue qualità e una personalità innata. E pensare che gioca un anno sotto età, ma a vederlo non sembra affatto così. Segna poi la rete, in apertura di ripresa, che riprende il Liburia e innesca la miccia per agguantare nel finale i tre punti, vitali in ottica Play Off.

Felice Biancolino – EDILMER CARDITO
Quando sta bene fisicamente, è uno dei centrali più forti della categoria. Vedere la partita col Casagiove per rendersene conto, fisicità e qualità fuori dal comune per un centrale di difesa. Difende in maniera perfetta, dai suoi piedi partono tutte le azioni dell’Edilmer e, allo scadere, si guadagna anche il rigore decisivo che porta in dote una vittoria importantissima.

Gennaro Cavaliere (1999) – VITULAZIO CALCIO
Ha il merito di regalare l’assist vincente per la rete di De Lucia, un colpo che gli vale di diritto l’ingresso nella Top 11. Ordinato e dinamico come sempre, è un under di sicuro affidamento su cui punta la squadra rossonera per tentare gli ultimi assalti al quinto posto nel girone A di Promozione.

Ciro Ferrara (2000) – AC SANT’ANTONIO ABATE 1971
Finalmente è ritornato! Tanta spinta a destra, un moto perpetuo che, soprattutto nel girone di andata, aveva fatto le fortune del Sant’Antonio Abate. Ferrara, come detto sempre, è tra i prospetti più interessanti e contro il Quartograd mette in mostra tutte le sue doti atletiche e tecniche mettendo a referto anche un assist molto bello per il taglio vincente di Vitale, che chiude il match sul 3-1.

CENTROCAMPISTI

Ciro Porzio – VICO EQUENSE 1954
Il jolly vicano è ancora decisivo. Impiegato da mezzala, Porzio fa il bello e cattivo tempo contro la Puteolana segnando il gol della vittoria nella ripresa con una punizione superba. Il centrocampista potrebbe addirittura raddoppiare le sue marcature, ma trova sulla sua strada un super Gravagnone bravo a dirgli di no in due occasioni. DECISIVO!

Giovanni Bocchino – VIRIBUS SOMMA
Il diez rossoblu mette in campo una prestazione importante prendendo per mano la Viribus nel momento di maggiore difficoltà. La sua conclusione pareggia la sfida e infonde coraggio all’intera squadra che poi la ribalta con Nazzaro e stringe i denti sbancando il Progreditur.

ATTACCANTI

Giuseppe Liccardi – FC CASALNUOVO
Segna le due reti che ribaltano il Liburia e regalano altri punti preziosi al Casalnuovo, il suo contributo è come sempre encomiabile ed efficace. Uno dei pochi bomber presenti in categoria da tempo, decisivo quando serve mettere la firma importante come in questo caso. Per i numeri, sale a quota 16 gol in campionato ed ora il capocannoniere Parente è a sole tre lunghezze: riuscisse a vincere queste classifica sarebbe storico visto che partiva con tante giornate di squalifica da scontare. MAI SAZIO!

Francesco Vitale – AC SANT’ANTONIO ABATE 1971
Primo tempo da altruista, assiste Scognamiglio con una grande giocata ma sciupa molto in area di rigore. Nella ripresa, però, è il solito Vitale. Cannibale, arrogante in area e strepitoso. Doppietta per lui che prima segna con un bel tocco da biliardo in area e poi compie un taglio perfetto su cross di Ferrara per il definitivo 3-1: in classifica marcatori, sono 24 reti in 20 gare. RE INCONTRASTATO!

Emanuele Urna – SAN GIUSEPPE CALCIO
Raggiunge la doppia cifra con due reti contro il San Pietro, marcature che portano in porto la salvezza di un San Giuseppe sempre più convincente e in forma in questo ultimo periodo. Urna, su tutti, ha fatto la differenza risultando decisivo nel raggiungimento degli obiettivi di inizio stagione.

Alfonso De Lucia – VITULAZIO CALCIO
Segna il gol che decide la sfida, ne sciupa qualcuno per fare doppietta ma è sempre decisivo sottoporta. Porta a 18 le sue segnature in campionato in una stagione incredibile e che non fa altro che confermare quanto forte e maturo stia diventando nel corso degli anni: su di lui, poggiano ora tutte le speranze residue di un Vitulazio che vuole a tutti i costi i Play Off.

ALLENATORE

Telemaco Russo – VITULAZIO CALCIO
Gara perfetta quella interpretata dalla sua squadra che, in casa della quarta in classifica Forza e Coraggio, mette in scena una partita di grande cuore e qualità dominando per lunghi tratti della gara e mostrando un calcio importante soprattutto nella prima parte di gare. I rosanero raccolgono così tre punti importanti che permettono così di tenere in vita le residue speranze Play Off con la Virtus Goti ora distante soli 7 punti.