Dopo gli enormi sforzi spesi in campagna acquisti, il Presidente Pellegrino riflette sulla questione Bisceglia con tariffe spropositate che costringerebbe la società a disputare solo le gare ufficiali sullo storico impianto aversano

Con un comunicato apparso pochi minuti fa sulla pagina ufficiale della Real Agro Aversa, il Presidente Guglielmo Pellegrino tuona nei confronti del Comune di Aversa dopo aver esaminato con attenzione  l’avviso pubblico per la concessione, in uso annuale, dei campi di calcio presenti nell’impianto sportivo del ‘Bisceglia”. Motivo di discussione le tariffe, a detta della Real Agro Aversa esagerate, che prevedono per ogni singola ora di utilizzo dello stadio l’esborso di € 200,00. Un costo importante è soprattutto insostenibile per la neonata società di Promozione del Presidente Pellegrino, fautore della rinascita del calcio ad Aversa e autore di una campagna acquisti fin qui faraonica. Tuttavia, ora c’è da affrontare la questione più grande, ovvero quella relativa allo stadio “Bisceglia”. La società, nel comunicato, si è detta disposta a “disputare tutti gli allenamenti, con relativo settore giovanile e scuola calcio,  su strutture di Comuni vicini che hanno dato la piena disponibilità degli impianti di proprietà comunale mentre le gare domenicali casalinghe saranno disputate allo stadio ‘Bisceglia’ per venire anche incontro alla città che potrà seguire la squadra del proprio cuore tra le mura amiche”. Ultima battuta riservata ancora al “Bisceglia” col Presidente Pellegrino che, come giusto che sia, si augura di poter trovare la domenica un Bisceglia formato gioiellino, vista la cifra che sarà costretto a sborsare per due ore di utilizzo: “Sono disponibile anche a spendere 200 euro l’ora per il giorno della domenica, a patto che, così come prevede la normativa vigente, tutta la manutenzione ordinaria del manto erboso così come di spogliatoi e spalti sia di competenza dell’Ente. Siamo disponibili a prendere in ‘affitto’ per poche ore il campo sportivo per le sfide di Promozione, purché il ‘Bisceglia’ sia un gioiellino di cui andare fieri noi come società che come amministrazione”. A margine di ciò, il Presidente Pellegrino però rassicura tutti ed anzi invita la politica aversana ad un incontro, aperto al pubblico, per dimostrare come nessun malumore intercorra tra le parti e che anzi l’intento comune sia quello di riportare ad Aversa il calcio che conta.