L'allievo Esposito batte il suo maestro Capuano grazie alle reti di Castaldo e Blondett, un successo che porta i casertani ad un passo da tre squadre

CASERTA- Buon inizio di 2019 per la Casertana che, allo stadio “Pinto”, omaggia con una vittoria di misura il segretario Peppe Nappo scomparso in settimana, figura storica del calcio rossoblu. Tre punti importanti e che danno fiducia alla squadra di Esposito, che così si toglie anche la soddisfazione da “allievo” di battere il “maestro” Capuano dopo essergli stato suo secondo nelle avventure con Arezzo e Casertana. Nulla da fare per la squadra laziale, che però ha dimostrato segnali di crescita e grosso senso tattico venendo punita da un gol capolavoro di Castaldo e una palla inattiva: due piccole disattenzioni che sono così costate l’intera posta in palio.

FORMAZIONI– Casertana che ha approfittato della lunga pausa invernale per recuperare parecchi elementi dopo gli infortuni che hanno falcidiato la squadra quasi per l’intero girone di andata. Tuttavia, Mister Esposito deve comunque fare a meno di pedine importanti come Pinna e Padovan, il primo infortunato al ginocchio e il secondo con influenza. Spazio dunque al tandem offensivo Castaldo – Floro Flores in un 4-4-2 in cui gli esterni di centrocampo sono De Marco e Zito. Dal 1′, anche Vacca in coppia con Romano in mediana: non c’è a sorpresa anche D’Angelo, che non va manco in panchina. Il Rieti, dal suo canto, vuole iniziare il nuovo percorso nel migliore dei modi complice il cambio di proprietà e l’arrivo di un tecnico esperto come Ezio Capuano. Classico 3-5-2 per il tecnico che schiera subito i tre nuovi acquisti Marchi, Zanchi e Mattia. I tre fanno parte del centrocampo a cinque di Capuano, che davanti si affida ai talenti Gondo e Maistro.

Meglio la Casertana del Rieti nei primi 45′. I falchetti desiderano conquistare l’intera posta in palio per poter scalare posizioni in classifica, mentre il Rieti vuole bissare il successo di Matera  per tirarsi dalle zone calde della classifica. Tuttavia si assiste ad un match poco pimpante complice l’ottimo assetto tattico proposto da Mister Capuano ed una Casertana sterile in attacco. Poche le giocate degne di nota, i falchetti si procurano solo numerosi calci d’angolo senza mai impensierire Costa nella prima mezz’ora. La prima nota da segnare sul taccuino è un cambio, che arriva al 32′ quando Floro Flores chiede il cambio per infortunio muscolare: al suo posto, un centrocampista offensivo ovvero Cigliano. La gara stenta a decollare fino ai minuti finali del primo tempo. Prima è Castaldo a reclamare un contatto in area dopo essere venuto a contatto con Pepe, poi c’è bisogno di un grande Davide Costa per salvare lo 0-0 con un doppio intervento prima su Castaldo con palla sul palo e poi su un diagonale di Zito, sul quale è miracoloso.

Primo tempo molto tattico, secondo tempo che si apre subito con la rete della Casertana. È il sesto minuto quando Castaldo sblocca la gara con un’autentica magia: stop del numero “10” casertano in area, palleggio e girata in porta che batte Costa: ottava marcatura stagionale per il bomber rossoblu, una sentenza in area di rigore. Gara che si riavviva con il vantaggio locale e che di conseguenza obbliga il Rieti a scoprirsi. Tuttavia è ancora la Casertana a rendersi pericolosa con De Marco al 66′: la sua botta da fuori termina di poco lontana dallo specchio della porta. Casertana in controllo, ma che si fa beffare dal neoentrato Brumat al 73′: azione confezionata dai due innesti di Capuano, Cernigoi lavora il pallone per Brumat, risposta di Adamonis ma la carambola premia il calciatore rietino che segna indisturbato. Botta e risposta lampo per dei padroni di casa che si riversano subito in avanti mossi nell’orgoglio riportandosi subito avanti nel punteggio: Zito pennella una punizione sulla trequarti per la testa di Blondett che tocca quanto basta per farla terminare nel sacco. Capuano allora svuota la sua panchina di attaccanti inserendo Kean e Venancio per gli ultimi tentativi.

Nulla da fare però per il Rieti, la Casertana con un pizzico di fatica batte i laziali bissando il successo di Cava. I falchetti salgono così a quota 28 punti mettendo nel mirino diverse squadre tra cui Rende, Reggina e Monopoli distanti uno e due punti. L’obiettivo resta quello di ambire ora ad un ottimo piazzamento play off per poi giocarsi le carte, discorso diverso per il Rieti che ora deve guardarsi le spalle per cercare di non imbottigliarsi nella strada dei play out.

FC CASERTANA 1908 2-1 FC RIETI

FC CASERTANA 1908 (4-4-2): Adamonis; Meola, Rainone, Lorenzini, Blondett; De Marco, Romano, Vacca, Zito; Castaldo, Floro Flores (32’pt Cigliano). All. Esposito

FC RIETI (3-5-2): Costa; Delli Carri, Pepe, Gigli; Mattia (20’st Brumat), Konate (12’st Cernigoi), Palma (12’st Garofalo), Marchi, Zanchi (38’st Kean); Maistro (39’st Venancio), Gondo. All. Capuano

ARBITRO: Sig. Luca Angelucci di Foligno (Perotti-Severino)

MARCATORI: 6’st Castaldo, 28’st Brumat, 30’st Blondett

NOTE. Ammoniti: Blondett, Rainone; Delli Carri, Recupero: 1’pt, 4’st