I rossoneri passano al 10’ con Antonio Cardone, per poi respingere gli assalti della capolista con le unghie e con i denti per tutta la durata della sfida. I ragazzi di Chiancone sono solo a meno due dai play-off

ANGRI (SA) - Impresa straordinaria della Nocerina che, allo stadio “Novi”, sconfigge il Bari capolista per uno a zero. A decidere il match ci pensa un destro a giro di Antonio Cardone al 10’, difeso dai rossoneri nel migliore dei modi per tutta la durata del match. Grazie a questa prestigiosa vittoria, i molossi mettono il sigillo sulla salvezza e si candidano per un posto nella griglia play-off.

NOCERINA SUBITO AVANTI CON CARDONE, IL BARI REAGISCE MA CON POCA PERICOLOSITÁ. Una Nocerina ormai quasi salva riceve il Bari capolista con voglia di regalare una bella giornata di sport ai propri tifosi. Prova a farlo schierandosi con il solito 3-5-2, che vede il rientro dal primo minuto della coppia d’attacco Orlando-Giorgio. Per il Bari, invece, mister Cornacchini va a caccia di punti promozione e si affida al consueto 4-3-3. L’inizio del match mette in mostra una Nocerina aggressiva e propositiva, che riesce addirittura a trovare il vantaggio. Al 9’ Cardone riceve palla all’interno dell’area di rigore, si coordina e lascia partire un destro a giro che non dà scampo a Marfella. Il Bari reagisce con veemenza, ma Salto dice di no al tiro a incrociare di Neglia salvando sulla linea. Dopo una fase di stallo del match, i pugliesi si rifanno vivi alla mezzora con un cross dalla destra per l’inserimento di Floriano, che viene messo giù in area da un difensore rossonero. Tuttavia, l’arbitro non riscontra gli estremi per un calcio di rigore. Dieci minuti dopo, a mettere in apprensione la difesa molossa ci pensa nuovamente Floriano, ma la sua conclusione a effetto finisce alle stelle.

LA NOCERINA SI DIFENDE E RIPARTE ALLA PERFEZIONE, IL BARI È COSTRETTO A CAPITOLARE. L’avvio di ripresa vede la Nocerina nuovamente pericolosissima. Al 13’ Giorgio mette in mezzo rasoterra per De Feo, che conclude in spaccata e trova la deviazione decisiva di Di Cesare. Gli uomini di Roberto Chiancone controllano agevolmente la sfida e mettono i brividi alla difesa avversaria con una sontuosa azione personale di Ruggiero, conclusa con una parabola da distanza siderale di poco alta. Negli ultimi dieci minuti di gara il Bari prova a fare il forcing finale che, però, porta solo a un colpo di testa di Di Cesare al 90’ finito di pochissimo a lato. Con quest’ultima occasione si chiude anche una sfida tiratissima, in cui prevale una Nocerina arcigna e cinica. La migliore Nocerina della stagione, che sale a 43 punti e si mette addirittura in corsa per la zona play-off.

NOCERINA 1

BARI 0

NOCERINA (3-5-2): Feola; Vuolo, Caso, Salto; Festa (77’ Vatiero), Cardone (84’ Tipaldi), De Feo, Ruggiero, Odierna; Giorgio (69’ Di Crosta), Orlando. A disp.: Novelli, Ansalone, Capaccio, Ferraioli, Simonetti, Montuori. All. Adolfo Coscarelli.

BARI (4-3-3): Marfella; Quagliata, Cacioli, Di Cesare, Bianchi (77’ Mutti); Hamlili, Bolzoni, Piovanello (51’ Liguori); Neglia, Pozzebon (51’ Iadaresta), Floriano. A disp.: Bellussi, Maurantonio, Feola, Nannini, Langella, Turi. All. Giovanni Cornacchini.

MARCATORI: 10’ Cardone (N).

ARBITRO: sig. Dellapiccola di Trento. Assistenti: Cremona di Genova e Penasso di Albenga.

NOTE: pomeriggio nuvoloso. Campo in erba sintetica. Ammoniti: De Feo (N), Giorgio (N), Piovanello (B), Cacioli (B), Ruggiero (N). Calci d’angolo: 0-3. Recupero: 2’ pt; 5’ st. Spettatori: mille circa.