Nel giorno del suo compleanno il tecnico ex Casertana si presenta alla piazza molossa

NOCERA INFERIORE (SA) - La stagione 2019/20 per la Nocerina è ormai  alle porte. Lo si è capito dal clima di curiosità che si è respirato nel tardo pomeriggio di oggi nella sala stampa dello stadio “San Francesco”, in cui è stato presentato Nello Di Costanzo, nuovo allenatore dei molossi.

Prima di diventare il protagonista assoluto della giornata l’ex Casertana è stato preceduto dal presidente Paolo Maiorino: “Innanzitutto, voglio scusarmi con la stampa e i tifosi per questo silenzio prolungato. Ho deciso di parlare a cose fatte, quando sarei stato sicuro di aver programmato la prossima stagione nel migliore dei modi. Purtroppo, – ha proseguito Maiorino – in questi ultimi mesi ho vissuto momenti difficili, poiché non ho avuto l’aiuto economico sperato da parte dell’imprenditoria locale, e questo mi ha rattristato non poco”.

Tuttavia, il presidente Maiorino è apparso combattivo e voglioso di proseguire il suo cammino al vertice della società rossonera: “Non mollo, vado avanti anche da solo come ho fatto fino ad ora, sono orgoglioso del lavoro svolto, nel quale è bene chiarirlo ho investito anche e sopratutto risorse personali, i miei risparmi. Alle mie spalle non c’è nessuno a differenza di quanto si vocifera in giro. In tutti questi mesi ci ho messo sempre la faccia, onorando gli impegni e continuerò a farlo, come potrò, secondo le mie forze. Se qualcuno è disponibile ad assicurare un futuro diverso a questo club sono pronto a farmi da parte fin da subito”.

Poi la parola è passata a Di Costanzo: “Sono molto felice di essere in una piazza bellissima come Nocera, per me è una delle sfide più belle della mia carriera, e mi sento pronto ad affrontarla con tutte le mie energie”. Parlando di campionato e di mercato, il neo tecnico molosso ha preferito volare basso: “Per noi questo è l’anno zero. Dobbiamo fare più punti possibili per raggiungere la salvezza tranquilla. Stiamo costruendo una squadra giovane, piena di ragazzi con voglia di emergere e di calciatori d’esperienza che hanno bisogno di rilanciarsi. Non abbiamo ancora iniziato ad allenarci, ma sono convinto che avrò a disposizione un gruppo motivato e che suderà la maglia dal primo all’ultimo minuto di ogni partita”. Infine, il nuovo tecnico rossonero ha speso belle parole per Paolo Maiorino e per la tifoseria della Nocerina, meritevole di ben altri palcoscenici: “Il presidente è una persona fantastica, mi ha convinto ad accettare la panchina molossa trasmettendomi passione ed entusiasmo. Non vivremo una stagione semplice, dovremo soffrire; lo dico perché una tifoseria meravigliosa come quella della Nocerina non merita di essere illusa”.