A sorpresa il centrocampista ha fatto richiesta d'addio per motivi personali,prontamente accolta dal presidente Sestile. Ora bisogna capire la nuova meta

Paolo Sardo non è più un giocatore del Giugliano. Con una nota sulla pagina ufficiale, i gialloblù annunciano la volontà del giocatore di rinunciare alla Serie D, troppo dispendiosa per motivi personali che vengono elencati nel comunicato stampa. Sardo, vero e proprio jolly di centrocampo e difesa, a malincuore ha voluto spiegare il suo addio: “Voglio stare vicino alla mia famiglia. Voglio stare vicino a mio figlio e a mia moglie che è in dolce attesa. Il campionato di Serie D è complicato e dispendioso, toglierebbe troppo tempo ai miei affetti e non me la sento anche se pensavo di riuscirci”.

Messo in conto l’addio di Sardo a Giugliano ora non resta che capire le possibili destinazioni del forte centrocampista ex Portici e Savoia. Nel comunicato fatto uscire dal giocatore il campo si stringe parecchio, si esclude quasi sicuramente il Girone B di Eccellenza, in quanto troppo distante da casa, si esclude la Serie D per i motivi già detti e che l’hanno portato lontano da Giugliano. Non resta che una destinazione in Eccellenza Girone A. La meta del giocatore pare scontata, con la Puteolana in pole position per ovvi motivi, legati al fattore casa e alla possibilità di disputar un campionato di vertice. A seguire c’è subito l’ Afragolese dove potrebbe andare a riformare parte del gruppo di Giugliano e Portici.