Il presidente fa un bilancio del suo primo anno, parla della nuova gestione e della stagione che sta per cominciare

POZZUOLI “Amo Pozzuoli, quest’anno ci divertiremo”. Il patron Carmine Franco fa un bilancio personale al primo anno della sua Puteolana 1902, un anno esaltante, con tante difficoltà, ma che ha fatto riesplodere l’entusiasmo in una piazza speciale. E adesso via al secondo anno, con un socio importante come Danilo Leone e con quell’amore che contraddistingue il patron.

Presidente, un anno fa il blitz che ha fatto rinascere la Puteolana…

“Sì, ricordo tutto perfettamente, è stato un giorno felice e oggi siamo contenti di aver festeggiato il nostro primo anno con una amichevole importante con il Savoia, una formazione importante che ha grandi obiettivi”.

Prima sgambata, la squadra ha fatto bene…

“Purtroppo non ho potuto assistere, ma le notizie che mi arrivano sono positive, buona la prima anche se non ci dobbiamo cullare sugli allori”.

E’ cominciata la seconda gestione, che differenza ci sono con il primo anno?

“L’anno scorso è stata una corsa contro il tempo, quest’anno avendo cominciato nei tempi giusti abbiamo cominciato la preparazione per tempo, abbiamo selezionato bene i giovani, individuando 7/8 profili interessanti, l’anno scorso gli under furono il nostro tallone di achille”.

La grande novità è stato un socio e poi nuovo mister e staff…

“Danilo Leone è un socio importante, nonostante la giovane età ha accumulato già tanta esperienza e ci sta dando una grande mano. Lo staff è importante, il mister mi ha sorpreso positivamente. L’unica cosa che rimpiango è che mi manca troppo Pino Tammaro a cui voglio molto bene”.

Che squadra è stata costruita e cosa manca a questa rosa?

“Abbiamo un’ottima rosa, giusto mix di giovani ed esperti, abbiamo ringiovanito l’età media, in difesa abbiamo l’esperienza di Rinaldi e Terracciano che ci dà sicurezza. Forse manca un centravanti, in attesa di capire cosa succederà con Konate anche qualche alternativa in attacco. Il centrocampo è blindato e in difesa abbiamo 4 over, al massimo arriverà un under. Per il mercato c’è il sogno Conte che vorrei regalare e che inseguiremo tutta l’estate”.

Campagna abbonamenti ci siamo, quali sono le vostre attese?

“Sono convinto che non ripeteremo gli ottimi numeri della passata stagione, ma faremo maggiori presenze durante il campionato. La gente vedrà maggiore organizzazione e questa sarà una squadra che fa innamorare e Pozzuoli ha tanto amore da dare, è una piazza unica”.

La prossima Eccellenza sarà una vera e propria D2…

“Siamo consapevoli che molte squadre si sono attrezzate, ma noi guardiamo solo in casa nostra, siamo la Puteolana e non dobbiamo avere paura di nessuno. Sarà un campionato più equilibrato, consapevoli che si può finire primi o ottavi, ma la Puteolana c’è e sono molto fiducioso”.

Buon compleanno allora presidente, a Pozzuoli i tifosi possono sperare in un progetto solido e duraturo?

“Sì, ringrazio e saluto con affetto tutti i tifosi. Dopo una estate un po’ tribolata è prevalso l’amore, a Pozzuoli c’è tutto per costruire e fare bene”.

 

 

è prevalso l’amore, di fare qualcosa di importante. si può ncostruire