Oggi pomeriggio nella suggestiva location del Comando Aeroporto “Ugo Niutta” Capodichino si è svolta la premiazione delle società della Provincia di Napoli in riferimento alla stagione sportiva 2018-2019. Prima delle premiazioni ci sono stati gli interventi del presidente della FIGC Campania, Carmine Zigarelli:”E’ sempre emozionante partecipare a questi avvenimenti, siete numerosi e calorosi, oggi deve essere una giornata di festa perché festeggiamo le vostre vittorie. Questo è il primo di 5 incontri che toccherà tutti i capoluoghi di provincia della nostra regione, perché noi Comitato Regionale ci siamo ripromessi di venire a premiarvi nelle vostre province d’appartenenza. Naturalmente come in ogni ambito ci sono delle problematiche gestionali nel Comitato, ma noi come consiglio direttivo ci impegneremo per darvi la tranquillità ogni settimana, il calcio è come un cuore pulsante che deve battere ogni giorno sempre di più. Concludo facendo un applauso a voi che ogni anno fate tanti sacrifici, che questa sera saranno premiati e spero che la stagione appena iniziata sia una stagione all’ insegna del fair-play”. A seguire ha preso la paraola il presidente della Lega Nazionale Dilettati Cosimo Sibilia:”Innanzitutto voglio ringraziare l’ Aeronautica Militare ed in primis il colonnello Stefano Ferramondo che ci ha ospitato in questa splendida e suggestiva location, erano anni che volevamo questa sinergia  finalmente quest’ anno ci siamo riusciti. Prima di iniziare i festeggiamenti permettermi di ricordare il presidente Salvatore Sestile e il presidente Giuseppe Carfora che in questi giorni ci hanno lasciato, alle loro famiglie va il mio cordoglio istituzionale nonché quello personale, e sempre in tema di ricordi è doverosa da parte di tutti noi ricordare i due agenti di polizia uccisi senza pietà da un vile assassino. Tornando al calcio questa è la prima tappa del tour che toccherà le 5 province della regione Campania, sono orgoglioso del direttivo di questo nuovo comitato Campania, che sta riscuotendo i meritati applausi, ma c’è ancora tanto da fare e sicuramente ci sono le condizioni per farlo, abbiamo l’ onore di gestire ben 550.000 gare all’anno, il comitato Campania è uno dei primi 5 in Italia. Noi stasera premieremo le società che si sono maggiormente distinte in ambito agonistico, ma anche se vado controtendenza io personalmente preferisco premiare le società che hanno vinto le coppe disciplina, perché è motivo di grande orgoglio vincere un trofeo del genere. Io probabilmente non riuscirò ad essere presente in tutte e cinque le province ma ci tenevo ad essere qui stasera nella prima tappa del tour, perché mi sento parte integrante della rinascita del calcio campano. A fine stagione ci sarà la conclusione di questo mandato, che a mio parere a ben lavorato, ma chiedo ancora a tutti i miei collaboratori di dare il massimo. Appena fui eletto uno dei miei slogan, se mi passate il termine, fu quello di dire che avrei portato la Lega Dilettanti sul territorio, ed infatti dalla Sicilia al Trentino passando per tutte le regioni io sono sempre presente, il 24 ottobre festeggeremo l’ ultimo atto dei 60 anni della Figc e li festeggeremo proprio a Napoli a bordo di una delle navi della MSC Crociera. Altra battaglia che combatterò essendo un uomo del sud, è l’ annosa questione dei campi sportivi, infatti c’è un abisso tra nord e sud, al nord ogni società ha 2 / 3 campi a disposizione, qui al sud invece ogni campo è diviso in alcuni casi da 5 squadre. Io sono partito dal basso ed ho avuto la fortuna e capacità di arrivare ad essere il massimo responsabile della Lega Nazionale Dilettanti partendo dalla Figc provinciale di Avellino, oggi sono arrivato a gestire circa 60.000 squadre per un totale di circa 12.000 società, e questo è un motivo di grande orgoglio per me. Concludo facendo un grosso augurio a tutti i dirigenti, calciatori ed arbitri, perché un’orchestra funziona se tutti i componenti suonano in perfetta sinergia, tutti dobbiamo dare il nostro contributo”.