Il presidente del settore giovanile e scolastico nonché del comitato regionale pugliese commenta la nota della federazione medico sportivi

ROMA - Continuano le valutazioni di carattere nazionale circa l’emergenza sanitaria in corso. Si susseguono i vari pareri dati dalle personalità posti a capo delle singole leghe e federazioni. In merito alla ripresa delle attività ha commentato la situazione Vito Tisci, presidente del Settore Giovanile e Scolastico nonché presidente del comitato regionale pugliese. Il presidente ha commentato così la vicenda della nota emanata dalla Federazione Medico Sportiva Italiana che ha raccomandato l’interruzione delle attività collettive della categoria giovanile fino al 30 Giugno, commentando così la vicenda: 

“Abbiamo letto la nota della Federazione Medico Sportiva Italiana che raccomanda l’interruzione degli allenamenti collettivi fino al 30 giugno per il Settore Giovanile e Scolastico. Al momento le nostre attivita’ sono sospese fino al 3 aprile: quella della FMSI e’ una raccomandazione che teniamo in forte considerazione, ma dobbiamo attenerci ai decreti governativi e alle susseguenti decisioni della Federcalcio, anche nel contesto delle indicazioni fornite dalla commissione medico scientifica coordinata dal professor Paolo Zeppilli”. Il Presidente del Settore Giovanile e Scolastico Vito Tisci commenta cosi’ la raccomandazione emessa dalla Federazione Medico Sportiva Italiana per l’interruzione degli allenamenti collettivi fino al 30 giugno a causa dell’emergenza coronavirus.”Sto ricevendo molti messaggi con richieste di chiarimento e per questo voglio sottolineare che stiamo parlando di una raccomandazione – spiega Tisci all’Italpress – Per noi la salute e’ sempre al primo posto, dunque invito le nostre societa’ ad essere responsabili visto che stiamo vivendo uno scenario inquietante. Dobbiamo augurarci di poter superare questa fase di emergenza il prima possibile. Nel frattempo invito tutti a monitorare il nostro sito dove saranno riportate tutte le notizie ufficiali: per il momento l’attivita’ e’ ferma fino al 3 aprile, come da comunicato ufficiale del Settore Giovanile e Scolastico numero 89 del 9 marzo, e poi continueremo ad attenerci alle disposizioni del Governo e della Federcalcio”.