I delfini proveranno a ribaltare l'esito della doppia sfida tra le mura amiche del Guariglia

BRINDISI Spareggi nazionali, atto primo. Allo stadio “Fanuzzi” di Brindisi va in scena la finale d’andata degli spareggi nazionali per l’accesso al prossimo campionato di Serie D. I campani dell’Agropoli arrivavano a questa finale dopo aver eliminato la compagine dauna del Roseto, mentre i pugliesi del Brindisi erano reduci dalla vittoria nel doppio confronto sul Lavello. A spuntarla, in questa prima partita sono stati proprio i padroni di casa che, grazie alla rete di Marino al 72′, si assicurano un vantaggio in vista della gara di ritorno prevista fra una settimana in campania. 

FORMAZIONI – Entrambe le squadre schierano due 11 collaudati senza troppi stravolgimenti. Il Brindisi i soliti interpreti utilizzati nel corso della stagione, fra i quali spiccano Procina, Pignataro e Marino. Dall’altra parte mister Esposito mantiene la linea che ha portato i delfini fino a questo punto schierando il solito Capone tra i pali. Masocco e Mustone a fare reparto in difesa mentre in avanti il tridente composto da Manzillo, Tandara e Natiello. 

CRONACA – Partita che vede l’Agropoli partire in modo molto deciso. Nel giro di 10 minuti i campani sono pericolosi per ben 2 volte con Capozzoli che prima manda a lato una punizione dalla distanza e poi con un potente destro da fuori area ce centra in pieno il palo della porta difesa da Pizzolato. I padroni di casa non ci stanno e reagiscono alle sortite offensive dei delfini cilentani. Gran parata di Capone su tiro Quarta al 15′ ad evitare la gioia dei padroni di casa, che ci vanno di nuovo vicino 7 minuti più tardi quando è ancora bravissimo Capone a parere in 2 tempi un tiro di Pignataro. Primo tempo che scorre con una certa fluidità. Le due squadre provano a pungersi in cerca del vantaggio a cui arriva ancora una volta vicino il Brindisi con un tiro di Pignataro che termina a lato a pochi minuti dalla fine della prima frazione di gioco che si conclude sullo 0-0.  Ripresa che si apre ancora con ritmi accesi. Al 55′ va vicinissimo al vantaggio l’Agropoli con Capozzoli, che in seguito ad un batti e ribatti in area si ritrova la palla tra i piedi, l’attaccante prova il tiro che da pochi passi non trova lo specchio della porta. Si apre la giostra dei cambi ed entrambi i tecnici operano degli accorgimenti. Al 60′ il Bindisi risponde con Acosta, autore di un gran colpo di testa prontamente deviato da Capone in angolo. L’Agropoli è in difficoltà e va vicino allo svantaggio al 63′ quando di nuovo Acosta fa tremare i cilentani colpendo un palo clamoroso. Il vantaggio brindisino è nell’aria ed arriva 9 minuti più tardi. Rete di Marino che è lesto a beffare Capone per il vantaggio dei biancazzurri che fa esplodere di gioia di Fanuzzi. Gli ospiti sembrano accusare il colpo dello svantaggio e nei minuti finali si limitano a difendere il minimo svantaggio maturato. Finisce dunque 1-0 per il Brindisi che la prossima settimana andrà al Gauriglia per cercare di completare l’opera promozione. Dal canto loro i delfini cilentani proveranno a ribaltare il risultato nel proprio stadio, facendo affidamento sulla forza del proprio pubblico. 

TABELLINO

BRINDISI 1-0 AGROPOLI (0-0)

BRINDISI (4-4-2): Pizzolato, Ruscigno 00, Schirone 00, Iaia, Ianniciello, Fruci, Procida, Quarta (45′ De Pasquale), Pignataro, Marino, Acosta.

A disposizione: Lacirignola 00, Zizzi, De Fazio 99, Giunta 00, Lieggi 99, Salamina 00, Palazzo 01, Merito

All.: Olivieri

 

AGROPOLI: (4-3-3): Capone 99, Imparato, Mustone (79′ Russo F.), Giura, Masocco, Graziani 01 (58′ Garofalo), Capozzoli (64′ Doto 99), Manzillo, Natiello (83′ Di Lascio), D’Attilio (80′ Pascual). 

A disposizione: Russo 00, Maggio 01, Pappalardo, Toscano 01

All: Esposito

 

ARBITRO: Simone Gavini – Sez. Aprilia

ASSISTENTE 1: Lorenzo d’Ilario – Sez. Tivoli

ASSISTENTE 2: Egidio Marchetti – Sez. Trento

MARCATORI: Marino (B)

AMMONIZIONI: Ruscigno (B); Russo F. (A)