Al termine dell’ andata degli ottavi di Coppa Italia, Campania Football ha analizzato le gare stilando la top 11 di giornata più il miglior allenatore, comprensiva dei tre under come prevede il regolamento di Eccellenza. 

MODULO 4-3-3

PORTIERE

Ciro Bellarosa (2002) – CALCIO POMIGLIANO
Si dimostra di essere un portiere fortissimo, un talento cristallino che farà le fortune del Pomigliano. Col San Giorgio, il numero 1 granata para, con un balzo felino alla sua sinistra, il rigore a Spilabotte sul risultato di 2-0 e si rende protagonista di un paio di uscite importanti su palla inattiva che salvano la squadra nella ripresa. Personalità e talento innato: farà tanta strada!

DIFENSORI

Marco Tufano – ALBANOVA CALCIO
Schierato nel ruolo inedito di terzino destro, il buon Tufano non fa rimpiangere le aspettative, anzi. Attacca per 90 minuti a testa bassa sulla corsia giocando molto bene con Lepre: in più, sigla nella ripresa, il cross vincente per la testa di Scielzo che segna e sigla il successo per 2-1 sul Barano.

Fabio Fariello – POLISPORTIVA SANTA MARIA
Leader difensivo e grande colpitore di testa per l’ennesima grande prova di stagione. Fariello è ormai un tassello indispensabile per Pirozzi, che lo schiera titolare anche nella partitella tra amici, figurarsi in competizioni ufficiali. Il capitano ripaga la fiducia, vince ogni duello in difesa e segna il gol che permette ai giallorossi di sbancare Castel San Giorgio ed aggiudicarsi il primo round degli ottavi di finale.

Domenico Rega – CALCIO POMIGLIANO
Tutta l’esperienza del mondo a disposizione del Pomigliano per Rega, leader della difesa di Seno e baluardo insuperabile col San Giorgio. Dalle sue parti non si passa, in più è immarcabile nell’area avversaria. Segna due gol da attaccante puro, con due incursioni che spaccano la difesa ospite e regalano al Pomigliano un grosso vantaggio in vista del match di ritorno.

Ivan Oliva (2001) – FRATTAMAGGIORE CALCIO
Insieme a Tommasini, forma una coppia difensiva da urlo. Fisico, velocità ed intelligenza tattica: un mix perfetto che annulla gli attaccanti dell’ Afragolese. Sempre bravo nella lettura, il giovane Oliva si dimostra, anche contro un avversario ostico, di essere uno dei migliori prospetti under della Campania.

CENTROCAMPISTI

Pasquale Carotenuto – AUDAX CERVINARA 1935
Mette lo zampino in tutte e tre le reti del Cervinara con un corner e due gran palloni in verticale che mandano in porta Farriciello. Il suo destro è sempre una delizia per palati super fini, ma fa impressione la capacità con la quale gioca in un ruolo per lui inedito come quello del centrocampista. Difficilmente infatti il “10” più forte nei Dilettanti è stato lì a battagliare, ma vederlo così a suo agio fa davvero capire il reale valore di questo giocatore: un extraterrestre in mezzo a tanti “umani”.

Armando Guglielmo – ALBANOVA CALCIO
Tra i migliori in campionato con la Mariglianese, si riconferma tra i top anche in Coppa Italia Col Barano. Strappa a ripetizione il gioco con le sue accelerazioni, mette sempre il pallone dove vue e inventa così calcio. Da una sua intuizione, nasce il gol di Vaccaro ma la sua è una gara dove le intuizioni nascono ad ogni minuto. Forte forte.

Giuseppe Antignano (2001) – PUTEOLANA 1902
Altra bella prestazione per Antignano, talento che Ciaramella ora vede sempre più titolare nel suo undici di partenza. Tanta qualità per il ragazzino, che gioca a calcio con personalità e senza mai paura di sbagliare. Anche in Coppa, si esprime ad alti livelli e, nei 70 minuti in cui gioca, si guadagnerebbe, con un incursione, anche un rigore in area che però l’arbitro non gli concede.

ATTACCANTI

Liberato D’Angolo (2000) – POLISPORTIVA SANTA MARIA
Peperino come suo solito, attacca gli spazi che gli concede il Castel San Giorgio rendendosi spesso e volentieri pericoloso con incursioni centrali. Scambia spesso con Capozzoli e prova spesso la conclusione a rete: la mira non è delle migliori, ma la sua prova resta comunque da applausi per giocate ed impegno.

Gianmarco Mascolo – US PALMESE 1914
Entra e segna, sbloccando la gara col Faiano. Anima e forza della Palmese che dipende dalle sue giocate e dal suo talento immane. Altro morso dunque per il cobra che sale così a 7 reti stagionali: tanta, tanta roba.

Daniele Farriciello – AUDAX CERVINARA 1935
Segna due gol di gran bella fattura, da attaccante vero. Sciupa qualche altra occasione, che avrebbe potuto fargli portare il pallone a casa, ma basta questo al Cervinara per battere il Buccino. Ottima l’intesa con Carotenuto, che lo lancia spesso dalle retrovie sfruttando al meglio le qualità di un attaccante veloce e allo stesso tempo forte fisicamente: così i caudini hanno costruito la vittoria per un Cervinara che si rilancia grazie alla Coppa ed un Farriciello che, di questa competizione, ne è il capocannoniere con 5 reti.

ALLENATORE

Egidio Pirozzi – POLISPORTIVA SANTA MARIA
La sua squadra è perfetta. Cinica, spietata, dominante e anche bella da vedere. Brava a fare gioco ma al tempo stesso a raggiungere il risultato che cerca, ovvero la vittoria. E sono 7 su 7 in stagione, una cavalcata fin qui perfetta della Polisportiva che domina così non solo in campionato ma anche in Coppa, battendo a domicilio una signora squadra come il Castel San Giorgio. Una gara vinta meritatamente dai giallorossi, che hanno avuto più occasioni degli avversari e che ora sono ad un passo dai quarti di finale: fermarli oggi, è un’impresa pressoché impossibile!

Qui la grafica completa di Campania Football