Sul prossimo appuntamento contro la Puteolana, il patron del club napoletano ha dichiarato: "Non andremo a Pozzuoli per fare una passeggiata, ma per giocarcela a pieno regime"

MONTE DI PROCIDA (NA) - In una primissima parte di stagione in cui bisogna già fare i conti con chi, tra prestazioni e risultati poco convincenti (accompagnati da comunicati e smentite al limite della professionalità), ha alimentato polemiche e dissensi, il calcio campano può contare anche su realtà in evidente crescita e con un forte desiderio di concretizzazione.

È la situazione del MonteCalcio, che al termine della quarta giornata conserva la sua imbattibilità stagionale tra campionato e coppa – complice anche l’ultimo successo di misura nella sfida casalinga vinta contro il Savoia.

I biancoblù, autori di una grande partenza e alla vigilia del primo appuntamento eliminatorio della Coppa Italia Dilettanti Regionale, vivono un vortice di grande entusiasmo, creato dai risultati e dalle prestazioni messe al servizio dei propri tifosi in queste prime uscite.

Della situazione attuale del MonteCalcio, del percorso del proprio club e del prossimo futuro ne ha parlato il presidente del club biancoblù Ciro Capuano, il quale ha descritto anche una prima panoramica dello sviluppo iniziale del nuovo settore giovanile.

PROSPETTIVE INIZIALE E ROSA – “Io prima di iniziare il campionato dissi di voler fare una scommessa, di arrivare con contentezza contro il Rione Terra con 10/12 punti. Ad oggi siamo ad otto e vincendo con il Rione Terra arriveremmo ad 11, raggiungendo un piccolo sogno. Significa che la squadra sta rispettando le aspettative che ci auspicavamo. Sono molto contento, perché i calciatori sono eccezionali, dei professionisti in tutto e per tutto, come atleti ed uomini. Abbiamo un allenatore molto bravo, che sta dimostrando di saper prendere le decisioni giuste durante le partite. Abbiamo costruito una rosa compatta, che non ha lacune in nessun reparto. Onore a Governucci che ha costruito tutto ciò, il numero uno in questa categoria”.

VALORE DELLA ROSA – “Questa squadra è stata costruita per arrivare nei primi 7/8 posti. Sappiamo di non poter competere con società blasonate come Pompei ed Acerrana, però la nostra squadra è messa bene in campo. Lo abbiamo dimostrato bene contro il Pompei, mostrando di poter dare filo da torcere a tutti. Prevedo un campionato equilibrato, dove possiamo vincere e possiamo perdere, ma lottando fino al 90′ e con risultati stretti. Abbiamo una buona difesa ed un buon gioco”.

PRESTAZIONI PREFERITE – “Questa contro il Savoia e quella contro il Casoria”.

COPPA ITALIA E PUTEOLANA – “Noi alla Coppa Italia ci teniamo e non andremo a Pozzuoli per fare una passeggiata, ma per giocarcela a pieno regime. Cercheremo di fare la partita, poi sarà il campo a darci o meno ragione”.

RIONE TERRA – “Come detto ai ragazzi, dobbiamo andare là come sempre. Pur giocando con un avversario che sulla carta può sembrare facile, io non penso che lo sia. È una buona squadra, che si è ben rinforzata”.

SETTORE GIOVANILE – “Sta andando molto bene. Abbiamo avuto tantissimi nuovi iscritti, soprattutto molti piccolini. Siamo riusciti a fare una Under 18 locale nostra, abbiamo preso Gennaro Sorano, che dopo 18 anni nel Napoli si occupa qui di essere il responsabile e di allenare i gruppi. Sono molto contento dei risultati che stiamo ottenendo, come lavoro, iscrizioni e sviluppo”.

FUTURI MOVIMENTI DI MERCATO – “Non abbiamo fatto un mercato a svenarci in estate, ma una sessione oculata a prezzi giusti. Se dovesse esserci la necessità di qualche ulteriore sforzo, c’è ancora un po’ di budget a disposizione. Ma è ancora prematuro per parlarne”.