Ad un giorno dall'inizio della nuova stagione di Eccellenza Girone A, vi presenteremo le 18 squadre che domani daranno il via alla nuova stagione

MUGNANO DI NAPOLI (NA) - Ieri, presso Mezzocannone Occupato, si è svolta la presentazione della nuova squadra dell’Afro Napoli United. I biancoverdi questa stagione festeggiano i 10 anni dalla nascita del club, un club che si è fatto strada e si è fatto valere, partendo dalla Terza Categoria, arrivando a sfiorare i play-off la scorsa stagione. Quest anno, la società multietnica ha tutte le intenzioni di migliorare la propria posizione, seppur non sarà affatto facile. 10 anni dopo la società ha salutato alcune delle bandiere che negli ultimi anni si sono messi in mostra e hanno fatto le fortune del club. Sono andati via De Fenza, Gargiulo, Gentile, Babù e Dodò. Si è abbassata di moltissimo la quota dell’età media, non si è abbassata invece la qualità della squadra che ha deciso di ripartire e dare continuità alla panchina di uno dei migliori tecnici della categoria: Salvatore Ambrosino.

LA FORMAZIONE – Mister Ambrosino sa esprimere il suo miglior calcio con il 4-3-3, ma non si esclude quest’anno un passaggio al 4-2-3-1 come già accennato nel finale della scorsa stagione, vista la carta Cittadini che sarà la chiave tattica di questa squadra. Sui 3 titolari della scorsa stagione, uno solo è il confermato, quel Santiago Sogno che tanto ha fatto bene e che sarà di nuovo al centro dell’attacco. Ai suoi lati agiranno Padin e Tomasin, con i giovani Faella e Pacheco che non si tireranno indietro quando chiamati in causa. A centrocampo troviamo una di due bandiere rimaste all’Afro, quel Francesco Marigliano che agirà da regista, e ai suoi lati avrà Blas Cittadini e Romano, giocatore arrivato assieme all’argentino e al francese Mannino, che a causa di qualche problema non è riuscito a trovare spazio. Pacchetto under difensivo totalmente rivoluzionato, con Conte e Franza arrivati alla corte di Ambrosino e che avranno il duro compito di sostituire Gentile e Gargiulo. Al centro della difesa troveremo ancora De Giorgi e, l’altra bandiera rimasta Velotti. Non è escluso il passaggio di De Giorgi sulla destra e l’inserimento di Iannuzzi al centro della difesa al posto di Conte, un ballottaggio che vedremo spesso. Tra i pali confermato il classe 2001 Santangelo.

Probabile formazione:

Afro-Napoli United (4-3-3): Santangelo (01)-De Giorgi-Velotti-Iannuzzi (00) (Conte (00)-Franza (02)-Marigliano-Cittadini-Romano (Caliendo (01), Fernandes (02)-Tomasin (Pacheco (00)-Padin (Faella)-Sogno ALTRI: SHERIFF (00)