Al termine della’ andata dei Quarti di Finale di Coppa Italia Eccellenza, Campania Football ha analizzato le gare stilando la top 11 di giornata più il miglior allenatore, comprensiva dei tre under come prevede il regolamento di Eccellenza. 

MODULO 4-2-4

PORTIERE

Giovanni Grieco (2002) – POLISPORTIVA SANTA MARIA
Un solo grande intervento, ma decisivo. Ipnotizza dal dischetto D’Andrea regalando il pari alla Polisportiva Santa Maria. Per il resto, amministrazione e qualche buon intervento in area.

DIFENSORI

Luca Liguori (2000) – AFRAGOLESE 1944
Bello il duello con l’avversario Emma, ottima la sua gara condita da numerose discese sulla corsia di destra. Il ragazzo promette bene e si guadagna anche un rigore, che però l’arbitro clamorosamente non gli concede.

Diego Petrarca – PALMESE 1914
Gioca una gara tutta concentrazione e grandi interventi il difensore napoletano, che ha il merito non solo di fermare gli avanti avversari ma anche di segnare, da due passi, la rete che regala un pari importantissimo alla Palmese.

Danilo Gargaro (2001) – POLISPORTIVA SANTA MARIA
Si propone spesso sulla corsia di destra sfruttando gamba e fisicità. Tanti i traversoni e le sovrapposizioni per il giovane terzino giallorosso che cerca e trova spesso bomber Margiotta in area.

CENTROCAMPISTI

Luigi Rinaldi – PUTEOLANA 1902
Metronomo del centrocampo, imprescindibile per Ciaramella che lo porterebbe con sé anche in guerra. Si prende tante responsabilità, non sbaglia un passaggio e al tempo stesso recupera tanti palloni con un’intelligenza tattica fuori dal comune.

Francesco Catalano (2000) – FC SAL DE RISO COSTA D’AMALFI
Decisivo ! Segna il gol dell’ 1-1 scattando sulla linea del fuorigioco e battendo Cetrangolo da due passi, regala l’assist quasi allo scadere ad Infante per il 2-2. Incide come pochi!

ATTACCANTI

Arcangelo Panico – PUTEOLANA 1902
È un vero diavolo su quella fascia di destra, dove semina il panico a suon di giocate e accelerazioni. L’asse con Sardo meriterebbe categorie superiori, ad oggi rappresentano l’arma in più di una Puteolana che passa dalle loro idee. Panico inventa e serve due traversoni decisivi che portano alle due reti di Roberto Palumbo, giocatore col quale si intende a meraviglia.

Dino Fava – AFRAGOLESE 1944
Una traversa ed un gol spettacolare. Tocca pochi palloni, ma li trasforma in oro. Il Re Mida afragolese, insomma, un attaccante straordinario che, nonostante l’età, continua a fare la differenza. Il gol che segna è una delizia per gli amanti del calcio, una rovesciata che vale la vittoria nel big match di giornata col Pomigliano. Cinque reti in Coppa fin qui, quattro gol nelle ultime tre gare ufficiali: ALIENO!

Roberto Palumbo – PUTEOLANA 1902
Catalizza a sé ogni pallone in area, vero bomber di una squadra che punta tutto sul suo instinct killer. Immarcabile a pochi passi dalla porta, segna altre due reti bellissime (una girata di sinistro ed un bell’inserimento sul secondo palo) e guida la Puteolana ad un’altra grande vittoria.

Vito La Grutta – BUCCINO VOLCEI
Pochi palloni giocabili, ma quando parte palla al piede son dolori. Dopo le due meraviglie in campionato, poi, segna un’altro grande gol col Costa d’ Amalfi saltando un paio di avversari in velocità prima di depositare in rete: sale così a 5 marcature in Coppa, capocannoniere con Fava.

ALLENATORE

Andrea Ciaramella – PUTEOLANA 1902
Premiato in campionato ed ora anche in Coppa Italia. La sua Puteolana vince e convince ancora, batte con grande forza e carattere l’Albanova per 2-0 mostrando sempre un calcio fatto di idee e possesso palla. I suoi giocatori stanno rendendo come non mai e a Pozzuoli l’entusiasmo cresce sempre di più. Un altro grande capolavoro disegnato fin qui, complimenti Mister.

Qui la grafica completa di Campania Football