La società di Via Solferino ufficializza il primo acquisto. Torna al centro della difesa Antonio Ietto. “Faiano ambiente eccezionale. La squadra può fare bene come nello scorso campionato, ha elementi validi per confermarsi”.

L’U.S. Faiano 1965, tramite apposita nota, comunica che è stato raggiunto l’accordo con il centrale difensivo Antonio Ietto. Classe 1988, il calciatore di Sapri ha già vestito la casacca biancoverde: dal dicembre del 2013 fino all’estate del 2015. Gradito ritorno dunque per Ietto, conosciuto da mister Turco sin dai tempi della Gelbison Cilento in Serie D. Cresciuto calcisticamente nella squadra vallese, Ietto ha militato in Eccellenza Lucana per due anni al GR Valdiano, successivamente al Faiano, poi al Valdiano in Eccellenza Campania e di nuovo in Basilicata al Moliterno nella scorsa stagione, dove ha conquistato la Coppa Italia Regionale e la Supercoppa Lucana da protagonista al centro della difesa.
Un ritorno gradito per Ietto a Faiano: “Sono andato via due anni fa per motivi personali, ritornare per me è una grande soddisfazione. Anche se lontano, ho portato sempre nel cuore questa squadra. Contento di tornare nella famiglia biancoverde, composta da presidente e dirigenti di una serietà rara nel mondo dilettantistico”. A due anni di distanza qualcosa è cambiato: “Ritrovo una società che sta facendo molto bene il suo lavoro e matura. Raggiungere i play-off in un campionato come l’Eccellenza non è semplice, è segno di una progettualità che viene da lontano. Anche se l’obiettivo è la salvezza, sono convinto che questa squadra può dire la sua, con un tecnico esperto come Turco e l’intelaiatura della scorsa stagione”. Esperienza e centimetri da sfruttare anche in area: “Non disdegno il gol, ma il mio compito principale è quello di non farne subire alla squadra. Se poi riuscissi a sfruttare i calci piazzati con gli assist di due specialisti come Anastasio e Grieco, ben venga”. In difesa farà da coppia con Di Donna: “Conosco Peppe da avversario, di sicuro sarà un ottimo compagno di reparto. Basterà creare il giusto feeling tra noi e tutto sarà più semplice”. Si prospetta un interessante campionato con Battipagliese, Cervinara, Sorrento che punteranno a al salto di qualità, con un occhio alle matricole Costa d’Amalfi, Virtus Avellino ed Eclanese: “Credo che il prossimo sarà un campionato equilibrato, diverse società si stanno attrezzando. Non penso ci sarà una squadra che prenderà il sopravvento sulle altre. Noi proveremo a dire la nostra e a migliorare il piazzamento della scorsa stagione: avere a disposizione la maggior parte dei calciatori artefici dell’ottimo quinto posto raggiunto lo scorso anno è un vantaggio non indifferente”. In estate le parole sono le protagoniste, ma Antonio è sicuro per il futuro: “Non vedo l’ora che cominci il ritiro. Il mio impegno non mancherà mai. A prescindere da tutto, darò il massimo per la maglia per cui gioco”.