Il ritorno agli allenamenti di squadra e alle partite è rinviato ancora di un altro mese

NAPOLI - Niente da fare. Il virus ferma ancora i campionati regionali dilettantistici, le attività dei settori giovanili e tutto il mondo dello sport. Le notizie che giungono sul prossimo Dpcm al vaglio del Consiglio dei Ministri non sono positive per le tante società ferme dal 24 Ottobre. Notizie che non sono una sorpresa, da due settimane avevamo preannunciato un prolungamento delle restrizioni per il mondo dello sport. Il numero dei contagi (tra i 15.000 e 20.000 quotidiani) non si sono abbassati nonostante le stringenti restrizioni del Dpcm di Natale. Tutto il mondo del calcio di base resterà fermo probabilmente per un altro mese. Lo lascia intendere anche la data di ripresa del campionato juniores nazionale che il Dipartimento Interregionale della Lnd ha indicato per sabato 13 Febbraio. 

Insomma, un altro mese sembra destinato a tenere fermi tutti se il numero dei contagi non dovesse abbassarsi. L’unica alternativa rimangono gli allenamenti individuali ma difficili da applicare per tanti motivi. Il colore della zona, l’impossibilità di utilizzare il pallone e gli spogliatoi. A queste condizioni, pochissime sono le società che possono applicare alla lettera il Dpcm.