I casertani hanno l'obbligo di strappare almeno un punto alla capolista per continuare ad inseguire i playoff. Frattese, invece, pronta a ribadire il proprio dominio

MADDALONI (CE) - Due sole giornate allontanano oramai i club di Eccellenza dalla fine del mini torneo a gironi organizzato quest’anno ed è arrivato, dunque, il tempo di iniziare a fare i primi conti alla mano.
Tra squadre letteralmente dominanti a club mai veramente in palla durante questo breve format di Eccellenza, sono ancora molte le compagini che stanno lottando per un ottimo piazzamento in vista dei playoff.

All’interno di questa lista di squadre non manca il nome della Maddalonese di mister Portone. Il club casertano è chiamato a fare punti nelle ultime due sfide di campionato per continuare a sognare i playoff. La graduatoria dice, al momento, che il club campano conta nove punti in classifica, frutto di tre vittorie e di altrettante sconfitte – l’ultima incassata nello scorso turno in casa della dell’Albanova Calcio per 3-1.
Ciò che preoccupa particolarmente, soprattutto in vista dell’avversario da affrontare, sono le reti subite dalla Maddalonese (11), solo una in meno del Mondragone ultimo in fondo al gruppo. Una statistica, questa, che rischia di macchiare quanto di buono fatto in attacco dal gruppo di Francesco Portone, il quale nel frattempo punta a recuperare alcuni giocatori fondamentali della rosa come Di Pietro, Posillipo, Falco e Pingue, elementi necessari per cercare di rispondere alle offensive avversarie.

La sfida, prevista alle ore 16:30 di domani, appare però la più ostile del girone per i granata, che dovranno affrontare il peggior avversario possibile al momento.
Allo stadio Cappuccini di Maddaloni arriva, infatti, la Frattese, capolista indiscussa con ben 18 punti e indubitabilmente la formazione schiacciasassi del girone A di Eccellenza. I nerostellati varcheranno la soglia del Cappuccini con l’obiettivo di ottenere un’altra roboante vittoria, come quella conquistata tra le mura amiche, nella sfida d’andata, per 5-0.
La formazione di Frattamaggiore, tuttavia, potrebbe essere costretta a rinunciare ad un atleta importante per gli equilibri del gruppo guidato da mister Ambrosino, ovvero al centrocampista Cavaliere, alle prese con alcuni problemi legati al Covid-19. Il resto della squadra, invece, sembra pronto per la trasferta casertana, in cui i nerostellati cercheranno di sigillare definitivamente il campionato e aiutare, nel frattempo, il proprio cannoniere Longo a conservare la vetta della classifica generale dei marcatori d’Eccellenza.
Una supremazia riconosciuta anche dal tecnico avversario Francesco Portone, consapevole di dover scendere in campo contro una corazzata difficile da fronteggiare, ma che se contrastata bene potrebbe anche dare qualche soddisfazione ai granata: La Frattese è di un altro pianeta ma ai miei ragazzi ho chiesto una prova d’orgoglio e di assoluto impegno in quello che può essere il momento decisivo della stagione. La partita perfetta? In un certo senso deve essere così, perché affrontiamo una squadra che può punirti anche nella minima distrazione. Vogliamo tutti regalarci un pomeriggio speciale ma occorrerà dare il 101%. Non bisognerà assolutamente farsi intimorire dagli avversari, rischieremo di fare la fine dell’andata. Al di là della caratura della Frattese, dobbiamo essere consapevoli che bisogna muovere la classifica se vogliamo regalarci il sogno playoff”.

A dirigere, infine, la sfida del Cappuccini sarà il sig. Alessandro Papagno di Roma 2, il cui operato sarà assistito da quello dei sigg. Roberto Celotto e Giovanni Santoriello, entrambi di Nocera Inferiore.