L'intervista completa all'attaccante classe 1997, autore di una grande stagione coronata dalle 14 reti tra Real Forio e Virtus Volla

VOLLA (NA) – Un campionato che difficilmente dimenticherà Michele Longo. Il giovane attaccante della Virtus Volla, in forma strepitosa, è un calciatore eclettico capace di ricoprire più ruoli offensivi grazie alla sua bravura con entrambi i piedi soprattutto nel tiro. Dopo un percorso di crescita tra Avellino, Aversa e Battipaglia, Longo ha trovato la giusta continuità realizzando 14 reti tra Real Forio e Virtus Volla. Ecco l’intervista completa:

Dopo la prima parte di stagione con il Real Forio, sei approdato alla corte della Virtus Volla, realizzando 14 reti in totale: che annata è stata per te?

“È stata una stagione molto particolare. Mi sono rimesso in gioco dopo annate in cui non ho dimostrato realmente il mio valore, non me ne hanno dato modo. A Forio mi sono messo in mostra, a Volla ho fatto bene grazie a mister De Michele che mi ha reso responsabile e mi fa capire ogni giorno il modo in cui affrontare le cose. La squadra è composta da giocatori esperti che mi hanno aiutato e sostenuto in ogni modo”.

Un pensiero sul tuo procuratore Peppe Scotti.

“Lo conosco da poco e devo dire che è una bravissima persona. Capisce di calcio e spero mi possa aiutare, lo farà sicuramente”.

Dove ti vedi nel prossimo futuro?

“Spero di ritagliarmi uno spazio tra i professionisti, ad oggi penso al presente ed a dimostrare ogni domenica quanto valgo in campo”.

Nel girone A di Eccellenza, che conosci molto bene, chi la spunterà per la vittoria finale nella triade che coinvolge Frattese Giugliano e Afragolese?

“Sono tutte e 3 società e rose importanti che meritano di andare in Serie D… che vinca il migliore!”.

Tornando al tuo grande momento di forma: ma ti aspettavi tutto questo finalizzato anche alle reti?

“Mi aspettavo di fare bene, i gol poi vengono di conseguenza come ti ho detto quando la società e l’ambiente ti fa stare bene puoi dare il meglio. Voglio ringraziare mister De Michele, mi ha aiutato e devo tanto a lui”.