Il tecnico suona la carica per un derby dai punti importanti ed un futuro in cui intende conquistare la seconda salvezza di fila, dopo quella ottenuta ai Play Out nello scorso anno

BARANO D'ISCHIA- Un legame di sangue davvero forte, ma domenica saranno rivali e pure tanto per regalarsi punti vitali in chiave salvezza. Barano – Forio sarà un derby infuocato sabato pomeriggio quando al “Don Luigi di Iorio” si sfideranno i tecnici Gianni e Isidoro Di Meglio, con le due squadre separate da soli 4 punti. Il Forio è quota 20, più 4 dai bianconeri che però provengono da un buon periodo con una vittoria e un pareggio nelle ultime due gare. Discorso diverso per i biancoverdi, una squadra ben costruita che però non vince da addirittura sei gare tanto da scivolare quasi nella zona Play Out. Di mezzo un legame parentale davvero forte, come ci spiega Gianni Di Meglio, allenatore del Barano: “Siamo cugini fraterni, c’è un bellissimo rapporto tra me e Isidoro, mia mamma è sorella al papà di Isidoro: siamo parenti di sangue“. Il tecnico dei bianconeri si sofferma proprio sull’aspetto familiare, perdendo ad un tratto la serenità che ha mostrato per tutta l’intervista per via di alcune mosse da riviste sportive isolane: “alcuni giornali locali sono entrati nella sfera personale e privata di Isidoro, questo non lo permetto. Ci possono definire scarsi, forti e così via. Si può parlare di calcio, ma la famiglia no. Siamo stati oltraggiati, questa è una vergogna: attaccare gli aspetti familiari è da codardi”.

A POCHI GIORNI DAL DERBY – Dall’aspetto familiare, si passa ovviamente a quelli sportivi. Il Barano affronterà il Forio con il morale a mille per questioni di derby, classifica e momento positivo. Tuttavia, Mister Gianni Di Meglio tiene tutti sulla corda ben consapevole delle insidie di questa gara. “Il Forio è una buona squadra, in più saranno avvelenati perché vogliono uscire da questo difficile momento. Anche nella scorsa settimana, sono stati sfortunati trovando una sconfitta incredibile con l’Ottaviano dopo le tante palle gol non sfruttate. Ai biancoverdi sta girando solo male, dovremo stare attenti”.

SQUALIFICA ISIDORO DI MEGLIO – Forio che viene da sei sconfitte consecutive, l’assenza in panchina di Isidoro Di Meglio si sta facendo sentire. Il tecnico, vittima di una squalifica a tempo che lo costringerà salvo ricorso a star fermo fino al 9 Aprile, dovrà stare fuori anche nel derby, una cosa che non va giù a Gianni di Meglio: “Ha subito un’ingiustizia Isidoro. L’arbitro ha scritto un referto a mio avviso sbagliato, ora c’è un ricorso in atto. Speriamo gli riducano la squalifica, sono certo che sconterà qualche mese in meno“.

DUE GARE DECISIVE – Forio che sta attraversando un brutto momento, Barano che viaggia ora a vele spiegate. Quattro punti nelle ultime due gare, la vittoria sulla Puteolana ed il pari importante di Volla. Ora ci sono Forio e Aversa, due gare che potrebbero dire tanto in chiave salvezza diretta. “Stiamo facendo bene – ammette Di Meglio -, ora però ci giochiamo il nostro futuro. Le prossime due gare sono fondamentali, l’obiettivo è fare quanti e più punti possibili per uscire dalla zona calda“. Come si comporterà la famiglia? “La gara purtroppo capita in un momento delicato per entrambi, noi siamo obbligati a fare tre punti mentre al Forio, nonostante il periodo negativo, andrebbe bene anche un pari: d’altronde sono 4 punti sopra di noi“.

OPERAZIONE SALVEZZA – Gianni Di Meglio che dunque cercherà di salvare nuovamente il Barano, ci era riuscito lo scorso anno coi Play Out, vuole provare a fare meglio quest’anno con la conquista della salvezza diretta. “La fortuna è avere una grande società – confessa il tecnico isolano – mantiene gli impegni ed è seria. Lavoriamo in tranquillità, se siamo qui e con qualche punto in meno è solo perché dovevano arrivare due giocatori che poi non sono venuti, così come a dicembre sono andati via alcuni giocatori esperti: tuttavia, ci siamo rimboccati le maniche e i miei ragazzi ora stanno ben facendo con la voglia di uscire dalla zona calda”. Quanto serve per la salvezza diretta? Per Gianni Di Meglio, “14-15 punti per essere salvi, dunque l’asticella sarà a circa 30-31 punti“. Cinque vittorie nelle restanti cinque gare, una missione che Gianni Di Meglio vuole portare a termine per ottenere una salvezza che sarebbe oro vista la rosa giovane e le solite difficoltà, soprattutto logistiche, delle realtà isolane.