Il numero uno degli irpini sentenzia: "Una prestazione indecente per la quale chiedo scusa alla città"

CERVINARA (AV) - Nel pomeriggio di ieri uno degli otto match dei play-off di Eccellenza vedeva il Cervinara ospitare l’Agropoli. Al “Canada-Cioffi” a passare sono stati i cilentani a segno al quarto d’ora della ripresa con Vincenzo Margiotta. Al termine della gara il presidente degli irpini Michele Giordano non ha nascosto la sua amarezza ai microfoni di User Tv. Queste le parole rilasciate dal massimo dirigente del club cervinarese che ha interrotto la scalata verso la Serie D.

“Voglio fare i complimenti all’Agropoli, che è venuto qui a fare la sua onesta partita vincendo con merito seppur non abbia avuto grandi occasioni. Ha sfruttato quello che gli abbiamo concesso e ha fatto la sua gara dando grande intensità alla sua prestazione. Ringrazio anche i tifosi arrivati al campo e gli ultras che ci hanno sostenuto con la passione e l’attaccamento ai colori che la squadra non ha avuto. La stagione più che negativa la definirei fallimentare: ho provato ad aggiustarla in corso d’opera ma oggi purtroppo sono emersi tutti i difetti già notati in altre fasi della stagione. Una squadra molle e senza carattere. Bomber che non ci hanno dato un solo gol in un campionato intero. Una prestazione indecente per la quale chiedo scusa alla città. Mi assumo tutte le responsabilità: questa squadra l’ho viziata, coccolata dandogli tutto quello che potevo dargli e questa è stata la maniera in cui sono stato ripagato. Questa società la porto nel mio cuore, sicuramente provo amarezza ma non mi abbatto. Di questa squadra non salvo nessuno nonostante qualche ragazzo lo porto nel cuore perchè lo merita ma oggi sono deluso e mortificato”.