Termina con la sospensione del gioco al 41' la sfida tra Real Frattaminore e Casavatore dopo il vantaggio casalingo. Ecco il motivo

CARDITO (NA) – Episodio curioso quello capitato in Prima Categoria nel girone A. La partita parte con ritmi molto tranquilli tra le due compagini. A passare in vantaggio è subito la Real Frattaminore al 14′ grazie a Laurenza, imbeccato da Parrella, che riesce con freddezza a battere il portiere all’angolino. Al tramonto del primo tempo, vengono espulsi contemporaneamente Golino e Scognamiglio. Ma paradossalmente non è questo l’episodio scatenante. Infatti, il gioco riprende successivamente quando all’improvviso, la panchina del Casavatore entra in campo generando un parapiglia generale. Senza aggressioni e altro, i calciatori ospiti si dirigono negli spogliatoii: l’arbitro fischia al 41′ la sospensione momentanea della gara con la Real Frattaminore ancora in campo in attesa. Quando gli animi sembrano calmarsi, il direttore di gara Mario Nosenzo, dichiara di non sentirsi protetto e quindi di non voler continuare a dirigere la gara. Termina così una clamorosa vicenda che ha sbigottito gli amanti del calcio, in quanto non c’erano stati episodi violenti da parte di entrambe le squadre.