In una gara dove Mazzella si è reso protagonista, gli isolani malgrado in dieci per l'espulsione di Romano portano a casa un punto d'oro

LACCO AMENO (NA) - Inizio scoppiettante in casa rossonera. Uscire imbattuti anche dalla trasferta insidiosa del “Vigilante Varone” di S. Antonio Abate e’ un segnale importante ed indicativo dello stato di forma del tecnico lacchese Angelo Iervolino che si concede ai nostri taccuini per una chiacchierata interessante.

 Dopo due giornate di campionato, 4 punti e zero gol subiti. Buono l’inizio di campionato

“Siamo in un buon momento. Pian piano stiamo acquisendo sicurezza nei nostri mezzi e in un modello di gioco abbastanza diverso dal passato. Siamo consapevoli che dobbiamo continuare su questa strada, i momenti mutano per tutte le compagini e noi dobbiamo avere la lucidità di affrontarli tutti con equilibrio e umiltà.  Stiamo facendo molta leva sul lavoro di squadra: tutti corrono e lavorano in funzione del compagno e per ora è una cosa importantissima per ciò che vogliamo esprimere con la palla. I ragazzi stanno facendo un lavoro encomiabile, tanti sacrifici sia fisici che mentali e gli va dato atto il fatto di essersi calati in qualcosa di ampio, globale e moderno. 

Ripeto, dobbiamo essere equilibrati e valutare le varie situazioni che ci vengono incontro ponendo le energie su cosa è realmente gestibile. I momenti possono cambiare e noi dobbiamo essere pronti a tutto.” 

 Quali sono I margini di miglioramento della squadra.

“Credo proprio che possano essere ampi. Ancora facciamo i conti con i turni lavorativi dei ragazzi della stagione estiva ischitana quindi ciò che andiamo a toccare in allenamento spesso è modulato in base alle presenze, per questo credo che al completo e insieme potremo andare a sviscerare ancora più a fondo determinate cose verso ciò che è la nostra idea di calcio che vogliamo proporre. 

Inoltre, abbiamo dei giovani, anche se over, su cui possiamo porre l’attenzione per il futuro della società stessa e grazie ai senatori come il capitano Iovene, Barile, Monti, Tessitore, Lista, ed altri, che possono fare da chioccia, hanno dei buoni esempi su cui porre il focus”.

 

 Si aspetta altri rinforzi da parte della societa’? Se si in quali reparto?

“Al momento il Mercato in entrata è chiuso. Sono soddisfatto dei ragazzi che abbiamo scelto, come calciatori e come uomini. 

In questo istante Il nostro mercato è all’interno di noi stessi con il recupero fisico di qualche acciaccato e di alcuni che devono entrare a pieno regime ad allenarsi dopo i problemi lavorativi. 

Insieme alla società, con tante difficoltà, abbiamo fatto un mercato davvero Mirato, lungimirante e a mio avviso di prospettiva per il futuro del club stesso, di questo va un plauso a tutte le figure societarie.  Pedaliamo senza distogliere lo sguardo dalla meta”.