Al termine della diciannovesima giornata del Campionato Promozione per i gironi A e B, Campania Football ha stilato la sua Top 11 e l'allenatore che maggiormente si sono messi in mostra nelle gare del week - end

NAPOLI- È tempo di stilare la TOP 11 per quanto riguarda la categoria Promozione. Seguendo sempre il regolamento del CR Campania, che impone alle società di dover schierare obbligatoriamente tre under (1999, 2000 e 2001), mettiamo in campo quello che per noi rappresentano il miglior undici di giornata facendo riferimento alla diciannovesima giornata del Campionato Promozione  per i gironi A e B.

MODULO 4-2-4

PORTIERE

Giuseppe Giordano – NEAPOLIS CS
Tiene a galla praticamente da solo la Neapolis contro il Vico Equense, ma ciò non basta per evitare la disfatta in rimonta. Crolla la sua squadra nonostante il vantaggio iniziale di Polverino, vanificato dalla doppietta di Borrelli nella ripresa. Eppure Giordano ha parato di tutto compiendo miracoli su miracoli fino alla resa. Inizia il suo spettacolo nel primo tempo quando dice di no subito ad un tiro al volo violento di Borrelli, salvando poi su Francesco Correale e rendendosi prima miracoloso su Porzio e poi provvidenziale in smanacciata su inserimento di Varriale. Primo tempo molto impegnativo, nella ripresa Borrelli lo segna per due volte da pochissimi metri, ma suo secondo gol compie l’ennesimo grande salvataggio di giornata su Porzio  prima di essere infilato per la seconda volta.

DIFENSORI

Michele Araniello (2001) – ORATORIO DON GUANELLA
Lo abbiamo ripetutamente inserito nelle nostre TOP 11, farne a meno ora sarebbe un’assoluta novità. Ennesima grande gara, questa volta contro la prima della classe per dare un valore ancora più importante alle sue incredibili doti e potenzialità. Un furetto che dimostra come lavori bene il settore giovanile dell’Oratorio Don Guanella, bravo negli anni a sfornare talenti su talenti. Araniello ad oggi è l’ultimo di una lunga serie, un giocatore che alla grande spinta sulla fascia condisce il tutto col gol del pari per un punto che vale oro sul campo del Sant’Antonio Abate.

Giuseppe Guadagno – VILLA LITERNO
La posizione di terzino destro è stata una delle mosse più intelligenti del tecnico Diana perché ha dato qualità e spunti sulla corsia di destra. Il peccato però è che centralmente il Villa Literno ha dimostrato crepe ovunque col Vitulazio venendo punito proprio per vie centrali. Un peccato perché Guadagno aveva dato una grossa mano per portare i suoi sul doppio vantaggio con la rete, l’ennesima di testa, ed il lancio lungo che ha propiziato il raddoppio provvisorio di Annunziata: il “6” biancorosso sfiora anche la doppietta nella ripresa, ma Veneziano gli nega con un miracolo la seconda gioia di giornata.

Felice Biancolino – EDILMER CARDITO
Il suo gol su punizione è un gioiello incastonato in una gara perfetta in cui la difesa non subisce gol e tiene a bada una Maddalonese che difficilmente si vedrà dalle parti del portiere carditese. Una prestazione maiuscola per il capitano in un momento d’oro per l’Edilmer ad un passo dai Play Off e che può contare su un signor difensore come Biancolino, esperto e forte come pochi in categoria… E che piedino fatato.

Marco Lastra – MAUED SPORT
Una muraglia napoletana di nome Lastra tiene a bada l’intero pacchetto offensivo dell’Ischia in una gara da urlo per il centrale rossonero, che non sbaglia un solo intervento contro il team isolano. Rubino e company sono avversario da prendere con le molle, provenivano da 12 gol fatti nelle ultime 4 gare: tutto annullato dalla grinta, dalla fame, dalla voglia di un difensore bravo ed esperto come Lastra. Un pilastro necessario e fondamentale per la MAUED per sperare in un’importante salvezza.

CENTROCAMPISTI

Carmine Moronese (2000) – TEANO CALCIO 1939
In una gara difficile e senza grossi varchi, ha il merito di trovare la zampata vincente che consente al Teano di sbloccare la gara ad alta quota col Casalnuovo. Bravo il centrocampista a farsi trovare pronto e, in generale, a fornire una gara molto preziosa in ogni settore del campo.

Mattia De Ieso (2001) – FORZA E CORAGGIO BN
È talentuoso e lo si sapeva, ma sorprende ogni giornata di più la sua personalità nel centrocampo dei beneventani. Un giocatore che fa la differenza, che ha dato e da quel quid in più ad una squadra che sta facendo dei miracoli. Col Casagiove, è ennesima grande prova e gol, quello del raddoppio, che chiude la contesa e regala un altro importante successo ai giallorossi di Mauro.

ATTACCANTI

Alfonso De Lucia – VITULAZIO CALCIO
Sfiora per questione di centimetri la terza doppietta consecutiva, ma col Villa Literno possiamo dire che mette a segno un gol e mezzo. Sì perché in occasione della prima rete rosanero, pressa Chianese costringendolo all’autorete mentre nella ripresa segna il clamoroso pari (2-2) da due passi dimostrando di essere cinico e freddo quando c’è da mettere il pallone in rete. Un gol che gli consente di salire a quota “13” reti in campionato, ora Parente è a soli tre lunghezze.

Vincenzo Torino – QUARTOGRAD
Scatenato contro il giovani del Pimonte, mortifero sottoporta per un Tripletta che riceve gli applausi del “Giarrusso”. Il suo impatto alla gara è devastante perché, in appena cinque minuti, è già andato in gol ed ha preso pure un palo. Venti minuti dopo è doppietta con un bel destro in area prima di concludere la sua scorpacciata di reti nella ripresa a porta praticamente vuota.

Luca Borrelli – VICO EQUENSE CALCIO
È uno dei momenti più pesanti per il Vico Equense quello che si vive al rientro negli spogliatoi dopo 45′ pessimi contro la Neapolis, passata addirittura in vantaggio. Volti scuri, rabbia e paura di perdere il filo con le prime della classe. Poi, nella ripresa ci pensa lui: Borrelli. L’attaccante si carica il peso della squadra sulle spalle e, dopo un primo tempo ricco di errori sottoporta, segna due reti nei secondi 45 minuti ribaltando la gara e portando il Vico Equense a ridosso del Sant’Antonio Abate, ora distante solo quattro punti. Un giocatore vincente lo si vede soprattutto in questi momenti!

Rosario Majella – RIONE TERRA
Gli bastano appena 5 minuti per gonfiare la rete, d’altronde uno come lui non ha bisogno di tanto tempo per sentire il profumo della porta. Così coi giovani del San Pietro, scalda quasi i motori e si mette in luce con una doppietta: materiale, questo, utile per portare il Rione Terra ora a soli tre punti dalla salvezza diretta.

ALLENATORE

Antonio Mauro – FORZA E CORAGGIO BN
Per miracoli, chiamare Antonio Mauro. Vi darà senz’altro una mano perché quello che sta facendo col Forza e Coraggio ha davvero qualcosa di incredibile. Una squadra di giovani volenterosi, un gruppo che sta dimostrando qualità e sacrificio ottenendo risultati impressionanti che, ad oggi, fanno sì che da obiettivo salvezza si possa parlare addirittura di Play Off. Col Casagiove arriva poi l’ennesima vittoria, nettissima per 0-3 e quarta consecutiva, che sottolinea lo stato di forma del team giallorosso capace di giocare un calcio propositivo e di subire al tempo stesso pochi gol (19, terza miglior difesa). E pensare che ad inizio anno sportivo, si parlava addirittura di mancata iscrizione con relativa partenza in nettissimo ritardo rispetto alle altre compagini: a guardare ora la classifica ora non sembra vero con un terzo posto in solitaria e una gara da recuperare che, in caso di vittoria, porterebbe il Forza e Coraggio al secondo posto. Complimenti Mister… o forse Mago Mauro.