Il tecnico campano racconta la sua stagione

NAPOLI Continua la carrellata di interviste che delinea l’estate di Campania Football, oggi abbiamo raccolto le dichiarazioni di Mr. Francesco Sgambati, nell’ultima stagione allenatore del Per San Marzano. 

 

“Mr. è stata una stagione difficile dove avete raggiunto i playoff in un girone dominato dal Grottaminarda, ci faccia un riepilogo?”

È stata un’annata certamente positiva. Per una società neopromossa fare ciò che abbiamo fatto non è facile. Il team era composto da molti ragazzi di San Marzano e abbiamo dato battaglia a tutti. Da dicembre in poi le cose sono cambiate, si è tagliato l’organico ma comunque rimanendo molto competitivi. 

 

“Adesso una domanda sulla squadra della tua città, il Baiano. Ci sono state delle difficoltà ma il vice sindaco ha assicurato il futuro del calcio a Baiano, quante possibilità ci sono di rivederti su quella panchina?”

Se dovesse chiamare il Baiano sarei molto contento, in primis perché è la squadra del mio paese è in secundis perché la ritengo una società molto importante. 

 

“Oggi fare l’allenatore è una cosa molto difficile, tu che sei un allenatore giovane cosa pensi di questo. E inoltre adesso ti attende una squadra di vertice?”

Dopo questa stagione mi aspettavo qualche chiamata dall’eccellenza, ma così purtroppo non è stato. Per la figura dell’allenatore si è perso un po’ di rispetto. Nel dilettantismo c’è un rapporto molto clientelare, ma io vivo di questo e siccome che è il mio mestiere spero di andare avanti sempre grazie alle mie capacità.