Non si placano le voci attorno all'addio dell'attuale allenatore dei campani, che tuttavia tenta di placare l'ambiente con un intervento social. A breve, però, dovrebbe arrivare il responso tanto atteso a Castellammare

CASTELLAMMARE DI STABIA – 26 maggio 2019, il giorno dopo la sconfitta della Juve Stabia a Pordenone che è valsa la vittoria della Supercoppa di Serie C ai neroverdi: è questa la data in cui il destino di Fabio Caserta è diventato improvvisamente in bilico.
Nonostante in precedenza alcuni rumors avessero già “infettato” l’ambiente, con il Bari che sembrava essersi interessato al tecnico delle vespe, la posizione di Fabio Caserta sembrava essere più che salda, vista una clausola presente all’interno del proprio contratto che prevedeva un’opzione di prolungamento automatico dello stesso di un’ulteriore stagione nel caso di promozione in Serie B.
Questa sicurezza, a partire dalla settimana seguente alla sconfitta di Pordenone – che non ha minimamente influito sulla considerazione che la società ha del mister calabrese – è, dunque, incredibilmente venuta meno.

Ma quali sono state le voci attorno al possibile addio di Caserta alla Juve Stabia?

La prima a comparire sulla scena è stata la Reggina, la quale è alla caccia di un nuovo tecnico da far subentrare all’uscente Roberto Cevoli: nonostante in pole position sembrava esserci Mimmo Toscano (che tutt’ora appare come profilo prediletto per la panchina amaranto), il club calabrese avrebbe tentato di ingolosire l’allenatore natio di Melito di Porto Salvo con un triennale che lo avrebbe portato ad allenare la squadra della quale è sempre stato tifoso – come confermato dallo stesso Caserta.
Successivamente è stata la volta della Juventus U23: la società satellite della Juventus aveva aggiunto alla propria shopping list il tecnico gialloblù, al fine di sostituire un Mauro Zironelli che non ha convinto nel corso della stagione. Questa voce, ad oggi, appare completamente spenta, poiché i bianconeri si sarebbero fiondati su Alfredo Aglietti.
Si arriva così alla pista Frosinone, ovvero la più viva al momento: secondo Alfredo Pedullà, grande esperto di mercato, il futuro di Fabio Caserta sarebbe già deciso, con il condottiero stabiese che avrebbe oramai già rescisso con la società di Castellammare di Stabia, pronto nelle prossime ore a incontrare i ciociari per definire il suo nuovo contratto. A questa indiscrezione, però, si affianca quella avanzata da Sky Sport, secondo la quale l’incontro, che era previsto per ieri, tra le due parti sarebbe stato rinviato di un paio di giorni.

Cosa filtra poi effettivamente dalla società?

Dalla società gialloblù, complice anche i cambiamenti societari che hanno monopolizzato i primi giorni di giugno, non filtrano segnali positivi. Dapprima è stato lo stesso Franco Manniello ad annunciare come la situazione tra il tecnico e la Juve Stabia sia effettivamente in bilico, annunciando che a breve si sarebbe tenuto un summit tra le parti. A questa dichiarazione si aggiungono alcune dichiarazioni contrastanti che nella giornata di ieri sono state rilasciate dal baronetto Gianni Improta durante la XV edizione del Premio “Malafemmena” tenutasi a Napoli.
A TMW Radio, la radio ufficiale di TuttoMercatoWeb, Improta ha sostenuto che: “Purtroppo nelle ultime ore arrivano notizie in questo senso, Fabio approderà a Frosinone. Se così sarà, non posso che augurargli tutto il bene possibile, ha dimostrato tutto quello che sa fare da noi. Penso farà molta strada come tecnico, il dispiacere è enorme ma il calcio è così”.
Queste dichiarazioni, però, appaiono contrastanti rispetto a quelle apparse in esclusiva sulla testata ViViCentro.it: “Sono voci che in questo periodo si sentono. Di ufficiale non c’è nulla, nè da parte della Società nè da parte dell’allenatore. Siamo in fase di calciomercato quindi è normale che ci possano essere rumors in questo senso. Se Fabio Caserta dovesse andare via, saremmo ovviamente tutti dispiaciuti, ma resteremmo tutti suoi tifosi, augurandogli il meglio possibile. Fabio è una grande persona, che mi auguro di vedere ancora sulla panchina sulla Juve Stabia, ma se le strade dovessero dividersi faremo a Fabio un grande in bocca al lupo.”
Infine, è ancora Alfredo Pedullà, durante l’edizione notturna di Lo Sai Che? (nota rubrica interamente dedicata alle pillole di mercato), a sostenere la tesi dell’addio di Caserta, motivata da una stretta di mano che vedrebbe protagonista il neo-presidente Langella e che rappresenterebbe il via libera concesso dalla società a Caserta di dirigersi verso Frosinone.

E quali sarebbero i motivi dietro all’addio?

Secondo TuttoB.com, alla base della rottura vi sarebbe il mancato rispetto di una promessa che Franco Manniello fece a Fabio Caserta molto tempo fa. Secondo questa teoria, Manniello promise al tecnico delle vespe di liberarlo senza problemi nell’attimo in cui Caserta si sarebbe voluto confrontare con una realtà diversa da quella di Castellammare. Nonostante ciò, sembrerebbe che la società si sia opposta alla volontà espressa ultimamente dal reggino, che sarebbe rimasto deluso da questo atteggiamento.

Come ha reagito Caserta a queste voci di mercato?

La sua reazione è stata tutt’altro che pacata. Attraverso, infatti, il suo profilo Facebook, Fabio Caserta ha attaccato tutti coloro che in questo periodo stanno cercando di confondere i tifosi con pseudo-notizie:

È facile, dunque, capire come, tra tutte le teorie avanzate, quella che lega Fabio Caserta e il Lazio sembra essere la più scottante. Si preannunciano quindi dei prossimi giorni infuocati, con la società che sarà chiamata a fornire concrete delucidazioni il prima possibile. E tutto ciò, a quanto pare, con un Gianluca Grassadonia alla finestra, pronto a sfruttare l’attimo fuggente.