I falchetti fanno un bel balzo in classifica grazie ai suoi attaccanti che aprono e chiudono la ripresa contro un Teramo rimasto in nove

CASERTA (CE) - Sotto un’abbondante nevicata la Casertana ottiene tre punti fondamentali che la portano in piena zona playoff grazie alle reti  di Cuppone e Turchetta. I falchetti si riscattano dopo la brutta sconfitta di Terni rilanciandosi in maniera prepotente in classifica. Teramo troppo sterile e mai realmente pericoloso nell’intero arco del match che l’ha visto perdere due uomini per espulsioni.

LA GARA

 

Mister Guidi si affida al “suo” 4-3-3 con Avella tra i pali,  linea difensiva classica con Hadziosmanovic, Konate, Carillo e Del Grosso, in mediana Santoro vertice basso con Izzillo e Icardi  ai suoi lati, tridente con Turchetta e Rosso a supporto di Cuppone.
Modulo speculare per il Teramo di mister Paci, difesa con Vitturini, Trasciani, Piacentini e Tentardini a difesa di Lewandowski, linea mediana formata da Santoro, Arrigoni e Ilari, in avanti agiranno Ferreira e Bombagi ai lati di Pinzauti.
I falchetti partono forte e al 5′ è subito Cuppone a rendersi pericoloso, l’attaccante rossoblu, lanciato da Rosso in profondità, si presenta tutto solo davanti al portiere ospite Lewandowski che non si lascia intimorire e respinge la conclusione ravvicinata. All’8′ ci prova il Teramo con Arrigoni, il suo tiro dal limite finisce poco lontano dal palo alla destra di Avella. Gli ospiti prendono campo costringendo la Casertana ad abbassarsi e Bombagi, dopo un buono scambio con Arrigoni, calcia ad incrociare creando qualche brivido ad Avella che vede, ancora una volta, il pallone uscire di poco. La Casertana reagisce e crea numerose occasioni come accade al 23′ con Turchetta prima e Rosso poi, le loro conclusioni, consecutive, si infrangono però sui difensori biancorossi che si salvano. Sul ribaltamento di fronte è Trasciani che sfiora il vantaggio con un tiro quasi dalla linea di fondo però alto. Gli ospiti ci provano ancora con Bombagi che direttamente da calcio piazzato, dal vertice basso dell’area, sfiora la traversa con il pallone che termina fuori. Poco dopo la mezz’ora, Rosso tenta di sorprendere Lewandowski con una conclusione potente dalla distanza ma il suo pallone termina fuori di poco. Grande occasione ospite al 37′, buono scambio tra Costa Ferreira e Pinzauti che si ritrova davanti ad Avella che in uscita disperata salva di pugno. Al 42′ il Teramo resta in dieci, Vitturini, già ammonito, entra in maniera troppo irruenta rimediando il secondo giallo lasciando i suoi in dieci. Due minuti dopo grande occasione per Cuppone che tutto solo da centro area, di testa, manda incredibilmente a lato.
Dopo un solo minuto di recupero si chiude una prima frazione godibile con le due squadre che hanno giocato a viso aperto, la Casertana avrebbe forse meritato di più viste le due migliori occasioni, entrambe con Cuppone. Il Teramo ci ha provato con Bombagi ma giocherà una ripresa di sofferenza perché costretto a giocare in dieci per l’espusione di Vetturini a pochi minuti dall’intervallo.

Nella ripresa i falchetti partono forte e dopo due minuti Izzillo ci prova con un diagonale che taglia l’intera area di rigore finendo sul fondo. Passano pochi minuti e al 49′ i padroni di casa trovano il vantaggio, Cuppone approfitta di un retropassaggio errato di Costa Ferreira, recupera il pallone si invola verso Lewandowski lo salta e deposita in rete la sua ottava rete stagionale. L’abbondante neve caduta nella ripresa ha inevitabilmente influito sull’andamento del match che ha perso di ritmo ma al 60′ la Casertana ci prova con Hadziosmanovic da fuori, il tiro del montenegrino è centrale, Lewandowski blocca a terra. Risponde subito Bombagi, ancora da calcio piazzato, Avella è attento e alza in angolo. La gara vive di fiammate e al 74′ gli ospiti sfiorano il pari, il neo entrato Birligea tutto solo in area calcia verso la porta ma Del Grosso devia mettendo fuori. Poco dopo ci prova ancora Arrigoni che approfitta di un controllo errato di Izzillo ma il suo tiro da fuori termina sul fondo. Il centrocampista rossoblu prova a farsi perdonare all’82, il centrocampista lascia partire una bordata che si stampa sul palo. Il finale di gara si infiamma e il Teramo resta in nove, l’arbitro espelle Piacentini per una brutta entrata a centrocampo che scatena un parapiglia che porta al rosso anche per mister Guidi. Nonostante la doppia inferiorità il Teramo si lancia in avanti alla disperata ricerca del pareggio ma il muro rossoblu tiene e a tempo scaduto arriva il raddoppio di Turchetta che mette in rete sotto misura chiudendo la contesa. Una buona Casertana ottiene tre punti importantissimi dopo una buona prova, legittimata dalle reti ad aprire e chiudere la ripresa di Cuppone e Turchetta che permettono ai falchetti di scavalcare tre squadre in classifica e agganciare il treno playoff.

 

 

TABELLINO

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic (77′ Polito), Konate, Carillo, Del Grosso; Izzillo, Santoro Sa., Icardi (68′ Matese); Turchetta, Rosso (92′ Buschiazzo), Cuppone (68′ Matos)
A disposizione: Dekic, Zivkovic, De Sarlo, Varesanovic, De Lucia, Pacilli, Rillo, Longo
Allenatore: Federico Guidi

TERAMO (4-3-3): Lewandowski; Vitturini, Trasciani, Piacentini, Tentardini; Santoro Si., Arrigoni, Ilari; Bombagi (81′ Kyeremateng), Pinzauti (62′ Birligea), Costa Ferreira (55′ Diakite)
A disposizione: Valentini, Cappa, Di Francesco, Bellucci, Di Matteo, Viero, Lombardi, Gerbi
Allenatore: Massimo Paci
ARBITRO: Mario Saia (Palermo)
ASSISTENTI: Donato (Milano) – Tinello (Rovigo)
QUARTO UFFICIALE: Di Marco (Ciampino)
RETI: 49′ Cuppone (C), 94′ Turchetta (C)
NOTE: Ammoniti Trasciani (T), Vitturini (T), Matese (C), Polito (C). Espulso al 42′ Vitturini (T) per somma di ammonizioni, all’83’ Piacentini (T) e Guidi (C). Angoli 3-4. Recupero 1′ pt – 5′ st. Pomeriggio gelido con cielo velato e consistente nevicata.