I gialloblù concedono troppo in fase difensiva, venendo puniti dalla prima tripletta in stagione di Costantino. Esce così dalla zon playoff la Juve Stabia, superata proprio dal Monterosi

VITERBO - Si chiude con un’altra sconfitta, decisamente più dura rispetto a quella patita in casa del Bari, la difficile settimana della Juve Stabia.

Le vespe, ancora una volta lontane dal Romeo Menti, si mostrano decisamente fragili in campo e accusano un grande passivo in casa del Monterosi, che continua così il suo positivo girone di ritorno.

I biancorossi si aggrappano alle conclusioni vincenti di Costantino, il quale firma al Rocchi la sua prima tripletta stagionale e permette alla compagine laziale di scavalcare in classifica proprio la Juve Stabia di un punto (43 a 42).

TANTE DISATTENZIONI IN DIFESA – I gialloblù soffrono e non molto le avanzate del Monterosi, in grado di sfruttare gli strafalcioni ospiti per piegare la sfida a proprio vantaggio. I padroni di casa sono abili, infatti, nel tramutare in rete i gravi errori difensivi delle vespe, non concentrate a sufficienza: in occasione della prima rete è Bentivegna a consegnare malauguratamente la sfera del vantaggio a Costantino; sulle successive reti è Troest ad andare completamente in bambola contro gli attaccanti di casa, perdendo le misure sia di Costantino che di Artistico. Dini prova come può ad opporsi alle offensive del Monterosi, come accade al quarto d’ora quando nega a Costantino l’une-due in pochi secondi, ma nulla riesce sulle due reti.

SUPER ALIA – Se Dini è chiamato in causa poche volte nei 90′ di gara, chi si prende la scena dopo Costantino è l’altro estremo difensore della sfida Alia. Il portiere del Monterosi mette in mostra tutte le sue qualità in tuffo e tempismo, opponendosi come possibile alle conclusioni dei campani. Non trovano così la gioia negando i vari Bentivegna, Eusepi, Schiavi e Stoppa; nessuno degli attaccanti gialloblù è riuscito infatti a trovare il bandolo della matassa contro una delle difese più battute del campionato, scontrandosi contro un muro oggi nettamente invalicabile.

 

 

 

TABELLINO DELL’INCONTRO


MONTEROSI TUSCIA (3-5-2): Alia; Mbende, Rocchi, Borri; Adamo (78′ Milani), Parlati, Basit (88′ D’Antonio), Buglio, Tonetto (88′ Sdaigui); Artistico (68′ Ekuban), Costantino (68′ Caon).

A disposizione: Daga, Basile, Luciani, Cancellieri, Follo, Cotumaccio.

Allenatore: Leonardo Menichini


JUVE STABIA (4-3-3): Dini; Donati, Troest, Caldore, Panico; Davì (46′ Scaccabarozzi), Schiavi, Altobelli (65′ De Silvestro); Bentivegna (65′ Della Pietra), Stoppa (89′ Guarracino), Eusepi (85′ Evacuo).

A disposizione: Russo, Peluso, Tonucci, Dell’Orfanello, Erradi, Esposito, Ceccarelli.

Allenatore: Walter Novellino


ARBITRO: Luca Cherchi (sez. Carbonia)

ASSISTENTE 1: Francesco Romano (sez. Isernia)

ASSISTENTE 2: Marco Pilleri (sez. Cagliari)

QUARTO UFFICIALE: Carlo Virgilio (sez. Agrigento)


RETI: 13′, 32′ e 64′ Costantino (M)

AMMONIZIONI: Parlati (M), Basit (M), Buglio (M), Evacuo (J)

ESPULSIONI: /