I lupi vengono accoppiati nei sorteggi del primo turno della Fase Nazionale al Palermo, fresco di vittoria in terra campana

AVELLINO - Termina una lunghissima attesa, prolungata addirittura per via del match rinviato giorni fa tra Triestina e Virtus Verona che ha ridisegnato il calendario, in casa Avellino. I lupi di mister Braglia torneranno finalmente in campo questa domenica allo stadio Renzo Barbera di Palermo, in un incontro valido per la partita di andata (il ritorno si disputerà mercoledì 26 maggio allo stadio Partenio di Avellino) del primo turno della Fase Nazionale dei playoff 2020/21 di Serie C.

Il sorteggio portato a termine dalla Lega Pro nella mattinata di oggi, infatti, ha incrociato nuovamente le strade di Avellino e Palermo, già affrontatesi in campionato due volte – con altrettanti successi da parte dei campani, che in questa stagione sono ancora imbattuti con i rosanero avendo vinto 0-2 all’andata (D’Angelo e Fella) ed 1-0 al ritorno (L. Silvestri).

Nonostante i precedenti nella regular season siano a favore, però, è vietato abbassare la guardia per l’Avellino. La possibilità di passare il turno in caso di pareggio complessivo non deve distogliere le attenzioni dei campani da una squadra che è stata in grado di superare le varie sfide passate (Teramo e Juve Stabia) anche con qualche acciacco o assenza importante. Inoltre, i rosanero hanno dimostrato fino ad oggi una cattiveria ed una intelligenza nettamente superiore rispetto a quanto fatto vedere in campionato, che gli ha permesso di meritare il successo in casa della Juve Stabia nell’ultimo turno.

All’Avellino, dunque, è chiesto quello che la Juve Stabia non è riuscita a fare, opporsi ad una compagine siciliana che giorno dopo giorno entra sempre più in fiducia.