Prova solida per i ragazzi di Di Napoli che conquistano un buon punto (agganciata la Vibonese) dopo aver sfiorato il colpaccio nel primo tempo

PAGANI (SA) - Una solida e ordinata Paganese ottiene un ottimo punto contro il più quotato Catania e allunga la striscia positiva casalinga. Gli azzurrostellati sfiorano l’impresa di portare via l’intera posta con Raffini vicino al goal in due occasioni nel primo tempo.

LA GARA 

Mister Di Napoli si affida al classico 3-5-2 con Baiocco tra i pali, difesa formata da Schiavino, Sbampato e Sirignano. Linea mediana composta da Bramati vertice basso con Onescu e Zanini ai suoi lati, sugli esterni Carotenuto e Squillace, in avanti Guadagni in coppia con Raffini.
Modulo solito anche per Raffaele che conferma il 3-4-3 con Tonucci, Claiton e Silvestri a guardia di Confente, centrocampo formato da Rosaia e Welbeck, Albertini e Pinto sulle corsie esterne. In avanti Sarao, punta centrale, supportato da Russotto e Golfo.
La gara si mostra sin da subito molto equilibrata con le due squadre che non riescono a creare occasioni da goal, al 5′ ci prova Zanini da fuori ma il suo tiro potente finisce poco lontano dall’incrocio di Confente, il Catania si fa vedere da calcio d’angolo con Pinto ma il suo tiro finisce alto.
Grandissima occasione per la Paganese al quarto d’ora di gioco, Onescu serve Guadagni che dalla destra crossa al centro per Raffini che da pochi passi, in anticipo rispetto al pallone arretrato, spara altissimo. Poco dopo è ancora l’ex Fermana a rendersi pericoloso con un colpo di tacco, sugli sviluppi di calcio d’angolo, che attraversa tutta l’area piccola terminando sul fondo. Il Catania risponde subito con Albertini che serve al centro Golfo che tutto solo di testa manda clamorosamente alto. La gara ha ritmi molto blandi e le azioni latitano, alla mezz’ora un disimpegno errato di Carotenuto crea un pericolo per i padroni di casa, l’esterno azzurrostellato spazza male e il pallone arriva a Rosaia che calcia forte ma il pallone non è preciso e sorvola la traversa. Nel finale di tempo ci prova Tonucci da fuori ma il pallone è alto, si conclude qui il primo tempo con uno 0-0 tutto sommato giusto, Paganese che avrebbe forse meritato qualcosa di più per le due occasioni capitate a Raffini, Catania troppo compassato e mai realmente pericoloso dalle parti di Baiocco
Il Catania riparte forte e va vicino al vantaggio dopo appena un minuto, cross dalla destra di Albertini per Russotto che tenta la girata, la sua conclusione diventa un cross per Pinto che sul secondo palo cerca di girare versa la porta ma Baiocco è attento e in due tempi blocca. L’occasione è solo un lampo nel buio, le due squadre non accelerano e i due portieri si ritrovano ad essere spettatori, un sussulto arriva al 78′ quando Sirignano dopo una bella azione personale ci prova da fuori ma il suo tiro termina alto. Nel finale nonostante i tanti cambi non accade più nulla, unico episodio l’espulsione diretta di Tonucci che scalcia un avversario da terra, l’arbitro, su segnalazione del secondo assistente estrae il rosso e lo manda in anticipo sotto la doccia. Dopo cinque minuti l’arbitro chiude la contesa. Buon punto per la Paganese che prosegue la sua striscia positiva casalinga muovendo la classifica e agganciando la Vibonese a ventitré punti, brutta prova del Catania mai realmente pericoloso nell’arco dei novanasei minuti. 

TABELLINO

PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Schiavino, Sbampato, Sirignano (85′ Cigagna); Carotenuto (57′ Mattia), Onescu, Bramati (57′ Gaeta), Zanini, Squillace (85′ Scarpa); Guadagni (75′ Bonavolontà), Raffini
A disposizione: Campani, Fasan, Esposito, Perazzolo, Curci, Antezza
Allenatore: Raffaele Di Napoli

CATANIA (3-4-3): Confente; Tonucci, Claiton (75′ Sales), Silvestri; Albertini (61′ Di Piazza), Rosaia, Welbeck, Pinto; Russotto (75′ Calapai), Sarao (84′ Maldonado), Golfo (84′ Giosa)
A disposizione:  Santurro, Izco, Manneh, Reginaldo, Vrikkis
Allenatore: Giuseppe Raffaele
ARBITRO: Andrea Colombo (Como)
ASSISTENTI: Feraboli (Brescia) – Maninetti (Lovere)
QUARTO UFFICIALE: Di Marco (Ciampino)
RETI:
NOTE: Ammoniti Bramati (P), Claiton (C), Sbampato (P), Sarao (C), Sales (C), Gaeta (P). Espulso all’81’ Tonucci (C) per fallo di reazione. Angoli 3-4. Recupero 1′ pt – 5′ st. Giornata di sole con temperatura primaverile. Terreno in discrete condizioni.