Nessun vincitore nel derby fra le vespe e gli azzurri stellati

Succede tutto nel primo tempo nel derby fra Juve Stabia e Paganese. A Romero risponde Mendicino e così le due squadre si dividono un punto giocando un match acceso agonisticamente soprattutto nel finale. Pari più utile agli ospiti che così facendo confermano la loro buona striscia in trasferta. Pari amaro per la Juve Stabia che rischia di perdere il treno delle square in testa.

FORMAZIONI – Padalino è costretto a fare i conti con assenze importanti come Troest e Fantacci. Il tecnico di casa schiera Tomei a difesa dei pali alle spalle della difesa governata dai centrali Allievi e Codromaz. A centrocampo rientra il capitano Mastalli insieme a Bentivegna a sostegno del tridente composto da Romero, Orlando e Scaccabarozzi. Anche Erra fa i conti con gli infortuni e schiera una formazione ricca di under eccezzion fatta per il veterano Scarpa a sostegno del duo offensivo composto da Diop e Mendicino.

CRONACA – Subito gara frizzante al Menti.  Parte a mille la Paganese che dopo soli sessanta secondi sfiora il vantaggio con Scarpa che recrimina trattandosi di un potenziale goal fantasma. La Juve Stabia però non si lascia intimorire dall’avvio degli ospiti e al 4′ troverebbe anche la rete del vantaggio con Orlando che però viene annullato dall’arbitro che lo giudica in posizione di offside. È il preludio del goal delle vespe che si portano in vantaggio al 12′ quando Romero è bravo ad avventarsi su una respinta corta di Campani su tiro di Orlando. I padroni di casa mettono alle corde gli ospiti e pochi minuti più tardi sfiorano il raddoppio ancora con Romero che si divora un goal clamoroso a tu per tu con la porta stampando la palla sul palo. Da questo momento sale in cattedra la Paganese che sfiora il pareggio al 28′ con Diop che di testa va vicinissimo al bersaglio. Pareggio che arriva dieci minuti più tardi quando al 38′ Mendicino è bravo a trafiggere Tomei sfruttando una grande discesa di Squillace. Pochi minuti più tardi gli ospiti sfiorano anche il vantaggio con Carotenuto che da pochi passi di testa non trasforma l’ennesimo assist messo a segno da uno Squillace indemoniato, lasciando così terminare sull’1-1 la prima frazione di gioco.

Ripresa che vede le squadre allungarsi sin dai primi minuti. La partita vive un ristagno di spettacolo e le uniche azione degna di nota sono le azioni di contropiede in cui le squadre si alternano. Nel finale il match si riaccende con la Paganese che ha due grosse occasioni per vincere la partita. La prima è all’80’ quando Guadagni ben servito da Sirignano si invola verso la porta ma non riesce a battere Tomei. Poco dopo gli uomini di Erra restano in dieci per l’espulsione di Gaeta, ma sono ancora pericolosi all’88’ quando stavolta è Diop a sprecare un’ occasione colossale. L’ultima chance del match è per i padroni di casa che al 95′ sfiorano la rete con Allievi che di testa prende il palo su calcio d’angolo a decretare la parità fra le vespe e gli azzurrostellati.

TABELLINO

Juve Stabia (4-3-3): Tomei, Garattoni, Codromaz, Allievi, Rizzo (78′ Mulè), Mastalli (78′ Ripa), Berardocco, Scaccabarozzi (71′ Vallocchia), Bentivegna (45′ Golfo), Orlando (71′ Bubas), Romero.

A disposizione: Lazzari, Russo, Lia, Bovo, Guarracino, Volpicelli, Oliva.

All.: Padalino

Paganese (3-5-2): Campani, Cigagna, Schiavino, Sirignano (93′ Perazzolo), Carotenuto (71′ Mattia), Onescu, Gaeta, Scarpa, Squillace, Diop, Mendicino (76′ Guadagni)

A disposizione: Bovenzi, Fasan, Esposito, Bramati, Di Palma, Costagliola, Criscuolo, Cesaretti, Curci

All.: Erra

ARBITRO: Federico Longo – Sez. di Paola

PRIMO ASSISTENTE: Gianluca Matera – Sez. di Lecce

SECONDO ASSISTENTE: Edoardo Cleopazzo – Sez. di Lecce

MARCATORI: Romero (JS); Mendicino (P)

AMMONIZIONI: Garattoni, Berardocco, Scaccabarozzi (JS); Campani, Diop, Carotenuto (P)

ESPULSIONI: Gaeta (P)

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA) -