Derby privo di emozioni con due squadre contratte che hanno pensato soprattutto a non perdere più che a vincerla

GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA) - Pareggio senza emozioni tra due squadre impaurite e senza mordente, l’Afragolese allunga la sua striscia positiva restando imbattuta con Di Costanzo. Punto buono per il morale ma non per la classifica del Giugliano.

LA GARA 

Mister Maschio si affida al 4-3-3 con Piazza tra i pali, difesa guidata da capitan Stendardo e Russo, Micillo e Setola sugli esterni, vertice basso di centrocampo Conte con Abonckelet e De Luca ai suoi lati, tridente formato da Orefice e Camara a supporto di Filogamo. Modulo più prudente per Di Costanzo che schiera i suoi con il 4-5-1, Sorrentino tra i pali, Lagnena e Di Girolamo centrali, Farinola e l’inedito Tommasini sulle corsie laterali, Viscovich dirige il centrocampo con Carrotta e Ceparano mezze ali, Silvestro e Energe esterni, il grande ex Dino Fava unica punta. 
Le due squadre sin dai primi minuti mostrano di temere la gara e non si scoprono, nel primo quarto d’ora il gioco è molto spezzettato con tanti interventi fallosi.
Il primo sussulto arriva al 22′ ed è di marca Afragolese, Energe parte sulla destra, con un numero di prestigio salta due avversari e da posizione defilata calcia di punta sul primo palo ma Piazza è ben appostato e blocca. Alla mezz’ora arriva l’occasione migliore per gli ospiti, Carrotta dalla destra lascia partire un cross lungo verso il secondo palo dove arriva, in corsa, Ceparano ma il suo colpo di testa da pochi passi termini incredibilmente alto. Il Giugliano fatica ad affacciarsi dalle parti di Sorrentino e l’unico brivido lo procura un cross tagliato di Camara che termina di un soffio a lato.
Dopo un solo minuto di recupero si chiude un primo tempo sonnolento che ha mostrato davvero poco tra due formazioni a cui il punto serve a poco, ai punti avrebbe forse meritato qualcosa in più l’Afragolese ma il risultato resta tutto sommato giusto. 
La ripresa si apre sulla falsariga del primo tempo con le due formazioni molto compassate e poco aggressive in avanti, complice il gran caldo e le tante sostituzioni il ritmo è inevitabilmente basso e le occasioni latitano. L’Afragolese ci prova da calcio piazzato prima con Carrotta poi con Energe ma i due calciatori rossoblu sparano a salve. Al 74′ la migliore azione del secondo tempo, Pepe va via a Tommasini entra in area e calcia, forte e basso, verso Sorrentino che di piede mette in angolo. Nel finale continuano i cambi ma la sostanza del match non cambia, il Giugliano ci prova di più ma non sfonda, l’Afragolese prova a ripartire ma senza risultati.

La gara termina dopo quattro minuti di recupero senza vincitori né vinti, pareggio inevitabile per quanto visto in campo. Un punto per parte che serve più all’Afragolese che al Giugliano, i rossoblu muovono la classifica allungando la serie positiva, non serve a lasciare l’ultimo posto ai gialloblu ma solo a dare morale in vista delle prossime gare.

TABELLINO

GIUGLIANO (4-3-3): Piazza; Micillo, Russo L., Stendardo, Setola; Abonckelet, De Luca (90′ Di Caterino), Conte; Filogamo (86′ Celestine), Orefice (46′ Pepe), Camara I.
A disposizione: Mola, Silvestre, Mennella, Castagna, Granato, Russo G.
Allenatore: Antonio Maschio

AFRAGOLESE (4-5-1): Sorrentino; Tommasini (78′ Astarita), Lagnena, Di Girolamo, Farinola; Energe (87′ Percuoco), Carrotta, Viscovich (68′ Marzullo), Ceparano (83′ Tarallo), Silvestro (70′ Camara F.); Fava
A disposizione: Iandoli, Napolitano, Faella, Simonetti
Allenatore: Nello Di Costanzo
ARBITRO: Francesco Zago (Conegliano)
ASSISTENTI: Claps (Potenza) – Chiarillo (Moliterno)
NOTE: Ammoniti Tommasini (A), Viscovich (A), Russo (G), De Luca (G), Ceparano (A), Micillo (G). Angoli 5-2. Recupero 1′ pt-4′ st. Giornata calda, cielo terso, temperatura quasi estiva.