Il caso eclatante del gol di Lucera contro il Marsala. E a Foggia per punizione allenamento alle 6 del mattino dopo il ko alla prima

NAPOLI - Garantiamo la regolarità. Si grida allo scandalo per il gol del Palermo contro il Marsala, un errore talmente enorme che non si può tacere. La rete di Lucera non è la classica svista arbitrale, è qualcosa di troppo grande a cui bisogna dire no. O meglio stiamo attenti. Se i rosanero sono già stati favoriti dal disputare la serie D sfruttando lodi e concessioni che vengono date alle grande piazze, almeno dobbiamo garantire la regolarità del campionato. Rispetto per le piazze, in Campania c’è il nostro Savoia, il Giugliano senza dimenticare il Messina, la Figc e l’Aia devono essere garanti di una situazione che non si può tollerare. Nessun allarme ma è meglio sottolineare certe vicende, mentre dal punto di vista tecnico stendiamo un velo pietoso, l’errore dell’arbitro e del suo assistente è talmente marchiano che ogni commento è superfluo, le immagini sono impietose. Speriamo di classificarlo come incidente di percorso, il Palermo è una grande squadra e non ha bisogno di aiutini, siamo certi che anche sponda rosanero ne sono convinti. Se Palermo, però. ride, Foggia piange, il ko all’esordio costa tanto alla squadra che stamattina è stata punita con un allenamento alle 6 del mattino, un provvedimento durissimo ed infiamma una piazza già delusa per la serie D.