Pessima figura della capolista che lascia lo spogliatoio del Novi sporco dopo il match con la Nocerina

ANGRI (SA) - Il Bari non è il Giappone. Ai mondiali scorsi fecero il giro del mondo le immagini dei nipponici che pulirono gli spogliatoi alla fine del match, oggi al Novi di Angri i galletti sono protagonisti di una scena opposta: spogliatoio sudicio dopo, il match con la Nocerina, una mancanza di rispetto che non è consona alla storia del Bari e una caduta di stile che una società come quella pugliese non deve permettersi. E chissà che ne penseranno i vertici, mentre agli inservienti di Angri è toccato pulire lo spogliatoio discarica. E oggi il Bari ha perso due volte, in campo grazie ai ragazzi di Chiancone e negli spogliatoi per la maleducazione.