Primo tempo incolore della banda Cavallaro. Nella ripresa Dammacco confezione la doppietta che vale la rimonta

ANGRI Due a due e tanto rammarico per le occasioni sprecate: la Nocerina vede il bicchiere mezzo vuoto nell’anticipo di ieri contro il Formia. La doppietta di Dammacco mette una pezza al primo tempo incolore disputato dai molossi di Cavallaro.

I laziali di Amato sono i padroni del gioco nella prima frazione: palleggio e manovra legittimano il doppio vantaggio maturato durante i primi quarantacinque di gioco. I due gol dei biancocelesti arrivano più per casualità che per architettura.

Nella ripresa tutta altra musica in campo: la Nocerina preme subito sull’acceletatore, e pur peccando di frenesia, riesce a rimettere in piedi una gara che sembra del tutto compromessa.

LE RETI DEL FORMIA La prima marcatura ospite è a firma di Camilli, che colpevolmente solo in area molossa, in posizione defilata, può tramutare in rete (colpo di testa) il tiro-cross di Di Vito. Il raddoppio dei cassinati è un autentico dono della retroguardia rossonera: Rizzo e Volzone non s’intendono in fase di disimpegno e palleggio di ripartenza, la sfera capita sui piedi di Gomez che a porta sguarnita può fare io due a zero per il Formia.

LE RETI ROSSONERE Il giudice di gara assegna un rigore ai padroni di casa per fallo di mano ad opera di Romano, dal dischetto, Dammacco, prima sbagliato e poi si fa perdonare ribadendo a rete la respinta di Trapani. Le rete del pareggio rossonero è ancora fattura di Dammacco che recupera la ribattuta portiere ospite dopo un cross dalla destra di Saporito, sulla seconda palla il dieci rossonero non perdona e chiude i conti sul definitivo due a due.