Il ds dei diavoli rossi evidenza l'aspetto del tempo, fondamentale per raggiungere l'obiettivo della salvezza

POZZUOLI (NA) - L’avventura della nuova proprietà della Puteolana 1902, capeggiata da Adamo Guarino non è cominciata nel migliore dei modi sotto l’aspetto dei risultati sportivi. Il nuovo organico allestito in poche settimane dal ds Massimo Cavaliere con la maggior parte dei ragazzi provenienti dalla Frattese, in 3 partite ha raccolto soltanto 1 punto contro il Francavilla. Un lavoro non semplice spetta al tecnico Grimaldi, che per vedere i frutti avrà bisogno ancora di tempo, considerando che il nuovo gruppo avrà bisogno del giusto tempo per raggiungere l’intesa e costruire un percorso verso la salvezza.

“Come società sappiamo che raggiungere la salvezza era e resta un’impresa ardua. L’avvento di questa società, da quello che percepisco e non mi riferisco ai tifosi  – precisa Cavaliere – è stata intesa come se potesse fare subito miracoli e risolvere i problemi. Il calcio va strutturato e programmato. Tutto questo tempo non lo abbiamo avuto. Ci siamo presi questa situazione con grande piacere e convinti di raggiungere l’obiettivo nell’arco delle 34 partite. Iniziare come abbiamo iniziato è ancora più ardua. Siamo consapevoli che questa squadra deve essere ulteriormente rinforzata e che ci vuole del tempo. Non basta una società ottima solida alle spalle perché siamo partiti tardi. Nel mercato di Dicembre, inoltre, non è semplice fare mercato come a Giugno perché devi avere l’ok dell’altra società per prendere dei giocatori mirati oppure trovare degli scontenti. La Puteolana perde perché deve avere tempo di creare quello che hanno fatto le altre squadre nei mesi scorsi. Questo non ci spaventa e non lo dico per mettere le mani avanti. Noi siamo convinti di raggiungere il nostro obiettivo, però dobbiamo avere la l’opportunità e serenità di lavorare”.