Dalla “Giovane Italia” di Giuseppe Mazzini alla “Giovane Portici” di Mauro Chianese è un attimo. La regola degli under in Serie D obbliga le squadre a schierare minimo 4 ragazzi dal 99 in giù. Generalmente il 90% delle squadre si limita a schierarne il minimo sindacale, ci si meraviglia se un team ne schiera 5-6, figurarsi 10. E’ quello che è accaduto nel match valevole per i Trentaduesimi di finale della Coppa Italia di Serie D tra Atl. Fiuggi e il Portici 1906. Una vittoria che sa di impresa per Chianese e i suoi, che già nello scorso campionato e più che mai in questa partita, hanno dimostrato che coi giovani si possono ottenere grandi risultati. nello specifico questa vittoria è stata ottenuta in rimonta per 2-1 e con 10 uomini. Tanto rammarico invece per il Fiuggi che con un uomo in più e con molta più esperienza, soccombe contro i ragazzi azzurri. 

FORMAZIONI –  I padroni di casa si presentano a questo match con una situazione difficile in campionato. C’è bisogno di certezze e così Mr. Incocciati si affida ai fedelissimi come La Gorga fra i pali, Scalon in mediana e il tridente offensivo composto da Mazzarani, Basilico e il napoletano Manfrellotti. Dall’altra parte il Portici si presenta con una formazione totalmente inedita. I senatori Onda, Guarracino, Improta e Di Prisco lasciano il posto a ragazzi del settore giovanile come Scala, Rullo e Mazza. Juniores che fa da supporto a Coratella, Atteo e all’unico Over Arario. 

CRONACA – Partita che vede i padroni di casa partire subito molto forte. I giovanissimi calciatori porticesi faticano ad ambientarsi inizialmente e dopo pochi minuti vanno sotto. Siamo all’8° minuto quando il Fiuggi passa in vantaggio con la rete di Moriconi, che di testa batte Torino per il vantaggio laziale. Il Portici però attutisce quasi subito il colpo e col passare dei minuti riesce a trovare la quadra del cerchio al 26° quando realizzano la rete del pareggio con scala, che ben servito da una verticalizzazione porta il parziale sull’1-1. Passano pochi minuti però, e il momento di grazia degli azzurri viene interrotto da un’espulsione, a subirla è Imbimbo che alla mezz’ora lascia in 10 uomini i suoi. Potrebbe sembrare una battuta d’arresto per gli uomini di Chianese, che invece ci credono anche con l’uomo in meno e al primo minuto di recupero del 1° tempo passano in vantaggio con Coratella, che ben servito da un’azione caparbia di Scala porta in vantaggio i suoi lasciando concludere sul 2-1 la prima frazione di gioco. 

Ripresa che sarà totalmente di marca Fiuggi. I laziali tornano in campo arrabbiati e decisi a ribaltare la situazione e sfiorano il pareggio già al 48′ quando Torino è bravissimo a neutralizzare una conclusione di Basilico con un vero e proprio miracolo. Il Portici si limita a difendere e subisce le sortite degli avversari ancora pericolosi al 56′ con Macrì che in seguito ad un affondo per vie centrali lascia partire un tiro ancora una volta neutralizzato alla grande da Torino. I laziali non ci stanno e continuano a spingere, e a 5 minuti dal termine hanno l’occasione più ghiotta con D’Andrea che colpisce un palo, a testimonianza della giornata storta. Dopo quest’ultimo sussulto, al termine di 5 minuti di recupero il direttore di gara interrompe le ostilità e decreta il passaggio del turno del Portici, che con un impresa eroica ai sedicesimi affronterà la vincente di Savoia-Fidelis Andria. 

ATL. TERME FIUGGI 1-2 PORTICI

ATL. FIUGGI: La Gorga, Pietrobono, Moriconi, Filipponi, Nocerino, Scalon, Felea, Mazzarani, Manfrellotti, Macrì, Basilico

A disposizione: Ludovici, Zaccone, Tassone, Locci, El Khayari, Papaserio Rizzitelli, Sevieri, D’Andrea

All.: Incocciati

 

PORTICI: Torino 00, Liguori 01, Rullo 02 (45′ Mazza 02 〈72′ Carrano 00〉), Grieco 99 (45′ Blasio), Boussaada 99, Bisceglia 99, Arario, Imbimbo 00, Coratella 99, Atteo 01 (54′ Mari 02), Scala 02 (72′ D’Acunto 01).

A disposizione: Marone 99, De Luca 02, Vaino 02, Russo 02

All.: Chianese

 

AMMONIZIONI: Torino (P)

ESPULSIONI: Imbimbo (P)

ARBITRO: Renzi – Sez – Pesaro

1° ASSISTENTE: Siracusano – Sez. Sulmona

2° ASSISTENTE: Bosco – Sez. Lanciano