Una sanzione significativa. Il Nardò viene punito per averla ignorato gli epiteti razzisti di un proprio sostenitore non utilizzando l’altoparlante come da normativa nel match contro la Nocerina. Mille euro e una brutta figura per il Nardò. Ecco la sentenza: “Euro 1.000,00 e diffida NARDO’SRL
Per avere omesso di divulgare l’annuncio antirazzismo nonostante specifica richiesta di un collaboratore della Procura Federale,
dopo che un proprio sostenitore rivolgeva espressioni implicanti discriminazione per motivi di razza all’indirizzo di un calciatore
avversario”.

L’Ufficio stampa del Nardò ha così poi risposto alla decisione del giudice sportivo

“In relazione al comunicato odierno del giudice sportivo, che ha comminato la multa di € 1000,00 e diffida a seguito del rapporto degli inviati della Procura Federale per discriminazioni razziali all’indirizzo di un calciatore avversario, l’A.C. Nardò intende fare alcune doverose precisazioni. Fermo restando che si stigmatizza il comportamento di una e una sola persona che, evidentemente non può macchiare l’immagine di una società e di una città, appare opportuno, ascoltare le dichiarazioni del Presidente ospite seduto in panchina e del Capitano della squadra rossonera a tal proposito”.