La società rossoblù annuncia la conferma a centrocampo di Vacca e gli arrivi dell'attaccante Mauro Bollino e del portiere Antonio Prisco

CASERTA - Non perde tempo, dopo la presentazione ufficiale sui canali ufficiali della Casertana, e chiude i primi colpi in entrata della sua nuova avventura in rossoblù il direttore sportivo dei falchetti Alessandro Degli Esposti.

La sua Casertana, in pochissime ore, ha portato a buon fine ben tre trattive, rinforzando in un sol colpo tre diversi reparti di mister Carmine Parlato.

Il primo innesto, partendo dalla retroguardia, è quello del giovane portiere classe 2002 Antonio Prisco. Nonostante la giovane età, Prisco ha collezionato nella scorsa stagione ben 36 presenze tra campionato e play-off con la maglia del FC Francavilla. Cresciuto nelle giovanili del Bologna, nel 2019/20 la prima esperienza nel calcio dei grandi con la maglia del Tuttocuoio (serie D) con 24 presenze all’attivo.

Entusiasta per questa nuova avventura, queste sono state le prime dichiarazioni del giovane portiere napoletano: “Caserta è una piazza a cui tutti ambiscono. So le responsabilità a cui si va incontro indossando questa maglia, ma dopo due stagioni ora sono pronto a giocarmi tutte le mie carte. Credo sia il momento giusto per questo passo importante. Per un portiere è fondamentale la sicurezza che si riesce a garantire tra i pali, ma amo anche giocare con la palla tra i piedi. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura”.

In mediana, i falchetti rinnovano anche per la prossima stagione il contratto di collaborazione sportiva con Raffaele Vacca. Il centrocampista classe 1991 è stato uno delle principali colonne del centrocampo rossoblù nello scorso campionato, racimolando 34 presenze condite e ben 8 gol.

“Ho ricevuto diverse offerte al termine del campionato, ma la Casertana è sempre stata sempre la mia priorità – commenta Vacca al momento della firma sul suo nuovo contratto – Ringrazio il presidente per avermi sempre fatto sentire importante ed il direttore. Dobbiamo lasciarci alle spalle l’amarezza del passato e voltare pagina tutti insieme. Sarà un vantaggio conoscere la piazza. Sarà dovere mio e di chi ha già indossato questa maglia trasmettere a chi arriverà l’importanza dei colori rossoblu. Dobbiamo meritare ogni giorno di giocare per la Casertana”.

Infine, il direttore sportivo ha regalato a mister Carmine Parlato anche un nuovo attaccante. Si tratta dell’esterno offensivo classe 1994 Mauro Bollino, cresciuto nel vivaio del Palermo. Nell’ultima stagione ha collezionato 28 presenze ed 11 reti tra Audace Cerignola (dove però ha raccolto solo due presenze) e Lamezia Terme. Per lui una carriera ricca di esperienze importanti in serie C con Pisa, Foggia, Sicula Leonzio, Fidelis Andria, Taranto e Paganese. Nella stagione 2020/21 è stato tra i protagonisti della vittoria del campionato di D da parte dell’ACR Messina, prima ancora prendendo parte alla scalata del Bari nel 2018/19 e, poi, a quella del Bitonto.

“Sono partito questa mattina da Palermo ben consapevole della realtà in cui stavo arrivando – commenta Bollino dopo la firma presso la sede sociale della Casertana FC – Una volta qui, poi, ho toccato con mano il grande entusiasmo del presidente e del direttore. Sono strafelice di indossare questa maglia. Non lo dico io, Caserta è una piazza storica e dobbiamo lavorare per cercare di portare questi colori dove meritano di stare. Ora serve formare un grande gruppo che possa lavorare con unità di intenti. Metto a disposizione la mia voglia, le mie qualità e la mia esperienza”.