Oyewale farà parlare di sé tra i professionisti, Salvemini versione monster, male Ghisolfi e Kyeremateng

GIUGLIANO IN CAMPANIA - Il Giugliano pareggia con il Picerno, e lo fa con gran parte della squadra che lo scorso anno ha portato a casa il campionato di Serie D. Il protagonista di serata, però, è Francesco Salvemini. L’attaccante ex Potenza ha rubato la scena ai compagni con una doppietta importante oltre che decisiva ai fini del risultato. Ma Salvemini non è stato l’unico protagonista della serata, si registrano gli esordi di Oyewale e Ceparano alla prima tra i professionisti, con il nigeriano secondo MVP della sfida, mentre il giovane arzanese ha chiuso in crescendo dopo un inizio timido. Andiamo a vedere le pagelle dei gialloblù:

GIUGLIANO 6.5

SASSI 6.5 – Miracoloso in uscita su Gerardi, attento sulla deviazione fortuita di Liurni. Viene sorpreso dal colpo di testa di de Cristofaro, mentre non può nulla su Reginaldo.

BIASIOL 6 – Supporta Iglio nel raddoppio su un temibile Esposito, ma anche per lui non è semplice leggere i movimenti del capitano “picernese”.

ZULLO 6 – Fa venire un brivido ai propri tifosi quando si fa sorprendere alle spalle da Gerardi, per sua fortuna Sassi salva il risultato. È l’unico pericolo di una partita che dirige con attenzione. (Dal 78′ RIZZO s.v.).

C.POZIELLO 6.5 – Il Picerno si fa vedere poche volte sulla catena di destra. Ha pochi compiti da svolgere vista la serata di un Oyewale che si sdoppia per svolgere tutti i ruoli difensivi, e quindi si concede il lusso anche di avanzare. Dal suo piede arriva un cross perfetto per Gladestony che non riesce a mettere dentro.

IGLIO 6 – La sua fisicità lo rende un muro in fase difensiva, leggermente impreciso quando si tratta di crossare. Esposito è un funambolo sempre imprevidibile, e fa fatica a tenerlo ogni volta che lo punta. Esce con i crampi. (dal 61′ RONDINELLA 6 – Con l’uscita di Esposito ha la vita più semplice rispetto a Iglio. Potrebbe spingere di più visto che l’unica volta che lo fa si procura il rigore che vale il pari).

GLADESTONY 5.5 – Porta sulla coscienza l’occasione fallita su cross di Poziello. Sicuramente è tra i più pericolosi della rosa ogni volta che il Giugliano arriva dai 26 metri. 

CEPARANO 6 – Parte con il freno a mano tirato, mostrando troppa tenerezza con l’impatto tra i professionisti, nella ripresa si scrolla di dosso la pressione e inizia a verticalizzare con velocità (dal 61′ GHISOLFI 5 – Un altro ingresso dalla panchina poco convincente per l’ex Cremonese che non riesce mai a giocare con qualità il pallone. Molto macchinoso nei movimenti, è la nota stonata del mercato sin qui).

DE ROSA 6.5 – Riscatta la partita da dimenticare contro il Cerignola dominando il centrocampo in questa serata.

OYEWALE 7.5 – Il popolo richiamava a gran voce il suo esordio, e lui lo ripaga con una prestazione a dir poco mostruosa. Interpreta al meglio entrambe le fasi. Praticamente perfetto in fase difensiva, quando può sprinta in fase offensiva creando sempre pericoli alla catena di destra del Picerno. Sarà un acquisto aggiunto dei gialloblù.

NOCCIOLINI 5.5 – Lanciato dal 1′ per un problema fisico accorso a Piovaccari nel riscaldamento, ci prova con impegno ma non è semplice la serata per l’ex Parma vista la marcatura stretta che era prevista per il suo compagno di reparto (dal 61′ KYEREMATENG 5.5 – Pronti, via prende un giallo evitabilissimo. Lotta e prova a metterci fisicità nei duelli, ma anche lui soffre i difensori del Picerno).

SALVEMINI 7.5 – Si inventa il gol del vantaggio seminando il panico tra le maglie bianche, realizza il pareggio calciando con freddezza dagli undici metri. Si sta togliendo tutte le etichette che gli avevano incollato addosso. Deve controllare l’aggressività visto il secondo giallo ingenuo in tre partite.

DI NAPOLI 6 – Finge un turnover e l’imprescindibilità di Lucas Felippe, cambia solo 3 uomini rispetto al Cerignola lanciando con coraggio dal 1′ Oyewale e Ceparano, oltre a preferire Salvemini a Rizzo venendo ripagato da una buona prestazione da parte del terzetto. Prova nel finale a vincerla passando a 4, ma rischia di perderla con sfortuna a causa di un rimpallo che favorisce Reginaldo. Può uscire a testa alta dal confronto con una buona squadra.