Sotto di due reti, la squadra di Ignudi riesce a trovare la forza per ribaltare una partita che sembrava persa.

Una vittoria di cuore. Così si può definire la vittoria di oggi del San Giorgio contro il fanalino di coda Pimonte. Incredibile e sorprendente il primo tempo chiuso addirittura per 2-0 dalla squadra di Durazzo, che poi però non trova la forza giusta per mantenere quel punteggio che sarebbe sicuramente servito per restituire un po’ di entusiasmo ad una squadra che chiude il girone d’andata con soli 4 punti. D’altro canto il San Giorgio ottiene un’importantissima vittoria che non chiude il discorso play-off per la società del presidente Fico, che dista solo 5 punti dall’ultimo posto a disposizione per la lotta in Serie D.
Il vantaggio del Pimonte arriva dopo appena 10 secondi con Matrecano, bravo a realizzare quella che è una delle reti più veloci della categoria. Il Pimonte raddoppia al 29′, con Donnarumma che segna il gol più bello di giornata, con un tiro da metà campo che batte un mal posizionato Capece. Nella ripresa scende in campo la differenza tra le due squadre, con la squadra di Ignudi che prima riapre al 53′ con Di Micco, poi pareggia al 59′ con Minicone, infine la ribalta al 76′ con Carbonaro che fa esplodere lo stadio di casa.

TABELLINO DELLA GARA:

SAN GIORGIO 1926 3-2 PIMONTE
SAN GIORGIO 1926: Capece, Peluzzi (01) (dal 24′ Castagna (01), Pollice (98), Viscovo, Carbonaro, De Martino (99), Minicone (dal 89′ Cortese (00), Porcaro, Ioio, Di Micco (dal 84′ Iuliano), S.Esposito (98) (dal 37′ Muro)
A disposzione: Cinquegrano (99), C.Esposito (00), Pezzella (99)
Allenatore: Ignudi
PIMONTE: Cirillo, Grosso (00) (dal 10′ Piscopo (99), Donnarumma, D’Amaro (99), Russo, Perrino, Durazzo A. (00), Ruocco (dal 69′ Buonauro (99), Matrecano, Sorrentino, Cortiglia (98)
A disposizione: Balzano (01), Miele (99), Cozzolino (99)
Allenatore: Durazzo
Arbitro: Ambrosino (Torre del Greco)
Assistenti: Luciano; Vernacchio
Ammoniti: Ioio, Russo
Espulsi: Russo, Ioio
Marcatori: Matrecano 1′, Donnarumma 29′, Di Micco 53′, Minicone 59′, Carbonaro 76′