Sontuose le due difese, D'Angelo una bella sorpresa, steccano Maggio e Caso Naturale

MUGNANO DI NAPOLI (NA) - È terminato con uno 0-0 che scontenta entrambe Giugliano-Afragolese. La super sfida del Vallefuoco conferma le due squadre imbattute, ma regala una grande chance alla Frattese, penalizzando i due big club. In attesa del match dei nerostellati vi mostriamo le nostre pagelle sul match:

GIUGLIANO

MOLA 6.5 – Compie almeno tre grandi parate che salvano il risultato e fanno mantenere l’inviolabilità per la quinta gara consecutiva ai gialloblù.
SARDO 6 – Piccolo passo indietro per il terzino, che non riesce a sfornare una prestazione sopra la sufficirnza come suo solito. (dal 89′ LIGUORI s.v.)
DI GIROLAMO 7 – Forma una diga con il compagno di reparto, e lo testimoniano i dati che recitano nuovamente 0 alla voce goal subiti. Lascia il campo in anticipo, forse per qualche problemino muscolare. (dal 69′ CARBONARO 6 – Entra rischiando subito qualcosa, perdendosi Maggio nella marcatura. Chiude il match senza particolari patemi.)
CASSANDRO 7 – Ancora una volta il migliore della retroguardia gialloblù, dopo aver annullato Dodò, Nucci e Liccardi, oggi è toccato a Maggio. Il forte difensore centrale si sta candidando a vincere il premio di migliore della stagione nel suo ruolo.
MENNELLA 6 – Si limita di più alla fase difensiva che a quella offensiva questa volta, e il giovane 2001 si destreggia bene nuovamente senza demeriti.
D’ANGELO 7 – Il migliore in campo è lui. Il classe 2000 ha scalzato le gerarchie e si è ripreso un posto che gli spetta praticamente di diritto. Va vicinissimo al primo gol con la maglia gialloblù, ma il palo interno strozza l’urlo in gola. (dal 89′ BACIO TERRACINO s.v.)
TARASCIO 6.5 – Altra buona prestazione per l’ex di giornata, che oggi davanti ai suoi ex compagni di squadra non trema, sfornando la solita prestazione di quantità. Prova a cercare la rete in più occasione con tiri dalla distanza.
DE ROSA 5.5 – Come Sardo, anche per il centrocampista una prestazione sottotono. Pochi inserimenti, e pochi rischi corsi per la retroguardia rossoblu.
PANICO 6.5 – È un treno sulla fascia destra, irresistibile per la difesa rossoblù. Vilardi soffre tantissimo la sua velocità e la sua intraprendenza. Mezzo voto in meno per il clamoroso gol divorato a tu per tu con Pezzella (dal 75′ MANZO 6 – Ha solo un quarto d’ora a disposizione per far sentire la propria mancanza. Si fa notare giusto per una punizione guadagnata a pochi metri dall’ingresso dell’area di rigore)
FAVA 5.5 – Ci prova il bomber di casa a lottare, ma oggi viene tallonato da un super Palumbo che lo annulla in tutto e per tutto.
CASO NATURALE 5 – È il grande assente del match. L’ex Savoia si sbatte, ci mette impegno, ma non riesce ad incidere come sa. Può e deve fare di più, soprattutto in questi match delicati per la propria squadra.
ALL.DE STEFANO 6 – Per la seconda gara consecutiva un attacco sterile, ma per la quinta gara consecutiva la sua difesa è un bunker impenetrabile.

AFRAGOLESE

PEZZELLA 6 – Non può nulla, se non pregare sul tiro di destro di D’Angelo. Pochi i pericoli dalle sue parti.
BIANCARDI 6.5 – Contiene al meglio delle sue potenzialità Caso Naturale, che oggi non riesce a creare grattacapi per merito anche del forte difensore rossoblù. (dall’ 80′ ANGELILLO s.v.)
FOLLERA 7.5 – Sontuoso, monumentale. Una prestazione spettacolare del difensore afragolese, che annulla, con l’aiuto di un altrettanto granitico Palumbo, un attaccante come Dino Fava.
PALUMBO 7 – Tallona Fava come può, e come sa. Decisivo nel primo tempo quando in spaccata nega il tiro a botta sicura del 9 gialloblù. Mezzo voto in meno per l’errore che spalanca le porte del contropiede a Panico.
VILARDI 5 – Anello debole della difesa rossoblù, fatica a tenere a bada la catena di destra giuglianese. Perde di netto lo “scontro” con il giovane D’Angelo a cui non riesce mai a prendere le misure
DI FINIZIO 6 – Va vicino al gol allo scadere della prima frazione, nella ripresa il suo match fatica a decollare
VITIELLO 7 – Un mastino incontenibile che corre per tutto il centrocampo su ogni pallone. Se il Giugliano ha dovuto spesso muovere velocemente il pallone il merito è suo
MARZULLO 6 – Si fa notare dopo pochi minuti con una punizione che impegna Mola. Impiegato in un’inedita posizione di mezz’ala fatica a rendere come sa.
CAROTENUTO 5.5 – Giornata no per l’ex Puteolana costretto spesso a sbattere contro il muro giuglianese. Una punizione alta e niente più nel match del numero 10. (dal 90′ MANSOUR s.v.)
MAGGIO 5 – Pesa come un macigno l’errore nella ripresa dove sbaglia il controllo favorendo la parata di Mola. Rischia il rosso dopo pochi minuti per una sbracciata a palla lontana ai danni di Di Girolamo.
PORRICELLI 6.5 – Buona la prestazione del giovane esterno, impiegato nei tre d’attacco. Pimpante, mette in difficoltà un esperto come Sardo. Poteva procurarsi un rigore netto, ma decide inconsciamente di calciare ingannando l’arbitro.
ALL.SENO 6.5 – Un punto guadagnato quello dall’ex tecnico del Pomigliano, che nonostante numerosissime assenze riesce a mantenere l’imbattibilità “in casa della tigre”