Nella giornata di ieri Angelo Fabiani e Gabriele Gravina sono stati ospiti nel Cilento per il premio “Agropoli Città dello Sport”. Il dirigente della Salernitana ha lasciato qualche parola anche sul tema mercato e sull’inizio di campionato. Anche il presidente della FIGC esternato qualche dichiarazione sulla squadra granata in particolare in chiave societaria.

Il mercato della Salernitana: le parole di Fabiani

«Arriva qualcuno? Ora vediamo. Da qui a martedì 31 agosto ci muoveremo sicuramente sul mercato. L’intenzione è quella di prendere altre due o tre pedine da consegnare al mister. Dobbiamo completare l’organico in primis da un punto di vista numerico per dare alternative al tecnico e non tanto da quello qualitativo. Amichevole con l’Agropoli? Perché no, è una società a noi amica e se ci sarà la possibilità sicuramente ci sarà un bel test congiunto da programmare». 

Sulla gara contro la Roma

«Ora testa a domenica. Mi auguro ci sia lo stesso spirito della partita con il Bologna. Di sicuro servirà qualche disattenzione in meno rispetto a quella gara, dove avremmo meritato qualcosa di diverso. Purtroppo qualche situazione sulle palle inattive ci ha penalizzato moltissimo. Ho visto comunque una squadra battagliera e sono sicuro che anche contro i giallorossi faremo una buona prova. Tutte le squadre che troveremo difronte dovranno sudare le proverbiali sette camice, sono fiducioso su questa Salernitana, che farà parlare bene di se in questo campionato e contento di vedere un Arechi con tanti tifosi al nostro fianco. Djuric? È difficilissimo recuperarlo secondo me, sarà complicato vederlo in campo con la Roma».

Gabriele Gravina sui granata

«Sul mercato Salernitana? Nessuna deroga. Le norme sono chiare e non prevedranno scambi con la Lazio. Fabiani non solo ha vinto solo un campionato di Serie B qui a Salerno ma lo ha difeso permettendo a questa città di avere una squadra pronta a giocarsi le sue carte in Serie A. Il 31 Dicembre si avvicina? Lo so ma prima ci sarà un lungo autunno, prima di pensare a quello che sarà l’inverno. La Salernitana non è partita con il piede giusto ma non ha sfigurato sul campo. Per le questioni legate alla società siamo tutti in attesa di una risoluzione che possa dare le giuste gioie ad una grande piazza. Questa squadra ha conquistato la Serie A sul campo e deve giocarsela come giusto che sia, a prescindere dalle dinamiche legate alla società e alle vicende che escono da manto erboso. La società sta facendo molto per una piazza come Salerno che è importantissima per la Serie A».