La società rossoblu prende le distanze dai tafferugli avvenuti prima di Casoria – Puteolana e difende i propri tifosi

La Vis Afragolese 1944 prende le distanze dai fatti accaduti prima della gara di ieri tra Casoria e Puteolana 1902, e in particolare dai disordini che hanno visto coinvolti i tifosi flegrei. È inaccettabile che il presidente granata Carmine Franco tiri in ballo i “gruppi dell’Afragolese” – come si può leggere anche sul sito ufficiale della società flegrea – , dichiarando che questi ultimi siano stati gli artefici di un vero e proprio agguato nei confronti dei sostenitori della Puteolana, affermando il coinvolgimento di una tifoseria che si è sempre distinta per la sua correttezza in tutti gli stadi in cui è scesa in campo l’Afragolese, recando indirettamente un danno d’immagine anche alla nostra società. Il signor Franco farebbe bene ad informarsi ed a raccogliere prove certe del presunto coinvolgimento dei tifosi afragolesi in tali tafferugli prima di puntare il dito e rilasciare dichiarazioni agli organi di stampa, che tra ieri e oggi hanno riportato ricostruzioni non veritiere dell’accaduto e gravemente diffamatorie nei confronti dei nostri sostenitori e, indirettamente, della nostra società.

Vincenzo Tanzillo

Ufficio Stampa e Comunicazione Vis Afragolese 1944