Il giorno dopo la sentenza del Giudice Sportivo che ha assolto la Frattese consegnando la vittoria a tavolino, il massimo dirigente politico esprime tutta la sua gioia sottolineando la correttezza della città di Frattamaggiore

Il giorno dopo la decisione del Giudice Sportivo in merito alla gara Frattese – Mondragone, in cui gli ospiti si sono rifiutati di scendere in campo a seguito di presunte aggressioni, è l’Assessore allo Sport di Frattamaggiore Gennaro Alborino ad intervenire ai nostri microfoni, ben contento del lieto fine della storia che ha visto premiata la Frattese con un 3-0 a tavolino in quanto neanche l’arbitro, così come il commissario di campo, ha notato aggressioni o atteggiamenti intimidatori della società nerostellata all’intervallo nei confronti dei tesserati del Mondragone. “Ero certo del comunicato che avrebbe emesso il Giudice Sportivo – commenta l’Assessore allo Sport di Frattamaggiore -. Il direttore di gara ha scritto un verbale preciso e perfetto che evidenziava le tante baggianate dette e sentite in questi giorni.
Nello spazio antistante agli spogliatoi, non c’era alcun tifoso ma solo addetti ai lavori e forze dell’ordine: questo a ulteriore dimostrazione della compostezza e della sportività dei nostri esemplari tifosi“- chiosa Alborino, da sempre politico e cittadino frattese legato moltissimo alle sorti della Frattese e che, da sempre, si è battuto affinché lo Ianniello potesse essere palcoscenico per gare importanti, vedi la Youth League e una possibile serie D che tutta Fratta sta sognando ad occhi aperti.