Seconda sconfitta di fila in trasferta per la compagine di Iuliano che adesso rischia di tirarsi fuori dalla corsa primato, il Solofra conquista 3 punti preziosi per la bagarre play out

PRATOLA SERRA (AV) - Crolla il Cervinara, fatale per i caudini il derby con il Solofra che escono battuti al termine di una prestazione ottima come impegno, ma tecnicamente abbastanza deludente. Una partita condotta sempre dai cervinaresi che non hanno mai avuto la lucidità giusto per mettere in rete le numerosissime occasioni, nonostante tutto create. Il Solofra dal canto suo ha fatto la sua onesta partita, ha trovato due gol regalati e solo i in un paio di circostante si è reso pericoloso. Ora la vetta si allontana e si ci deve preoccupare anche alle spalle per non perdere almeno la seconda piazza. E’ palese che la squadra biancoazzurra risente oltremodo della situazione societaria, è poca la tranquillità, in particolare il capitano e bomber della squadra Alessio Befi, apprezzabile per la sua generosità e l’impegno, ma nervoso e poco lucido nei momenti decisivi. Ora occorre riflettere, possibilmente trovare la serenità necessaria per non mandare all’aria una stagione nata con altri auspici. Mister Iuliano sceglie una formazione con la novità di Petrone che torna dal primo minuto e uno schieramento che sperimenta ancora la difesa a tre vista contro l’Agropoli. Il Solofra bestia nera del Cervinara nelle statistiche degli ultimi anni, cerca di fare punti per la classifica precaria dopo il passaggio a vuoto di mercoledì con il Costa D’Amalfi. Partono bene i caudini, dopo poco più di un minuto prima palla gol, cross di Brogna, Befi di testa in anticipo sul portiere che poi riesce a mettere in angolo. Al 6’ Fusco ancora per Befi che non si coordina bene. Insiste il Cervinara il Solofra è in difficoltà, ancora due tentativi, Fusco fuori dalla distanza, Krivca imprendibile sulla fascia cross per Befi in fuorigioco. Solofra che si vede al 21’ su una palla persa a centrocampo, ma Conti rimedia. Anche sfortuna per il Cervinara al 24’, doppio tiro di Zerillo, il Solofra si salva con i difensori che si immolano. Cervinara in controllo della partita che però al 34’ va sotto, Salvato vince due rimpalli sulla fascia destar e apre il gioco dall’altra parte, Iaquinto non scala e concede al giocata a Luca Balzano che di sinistro mette alla sinistra di Stasi. Un minuto dopo Tirri potrebbe addirittura raddoppiare, rimedia Stasi, e poi ancora Solofra al 45’ Delle Donne in contropiede mette fuori da buona posizione. Ripresa con il Cervinara che manda in campo Ricci al posto di Petrone, tanta buona volontà ma la lucidità non si vede. Proprio Ricci da angolo manda sull’esterno della rete, mentre al 6’ Befi solo in area non riesce a sfruttare, mette in braccio al portiere. Il Solofra si difende con impegno e al 18’m addirittura raddoppia, Di Filippo va al tiro, Stasi respinge, il più lesto è Delle Donne che mette dentro indisturbato. La reazione del Cervinara è rabbiosa anche se disordinata. Al 22’ tre volte consecutive battono a rete i caudini, sulla linea prima il portiere e poi i difensori salvano, al 29’ Krivca incontenibile serve il subentrato D’Andrea che però conclude lentamente, para il portiere. Al 41’ partita riaperta con il gol di Cioffi da un angolo di Russolillo. Al 43’ testa di Zerillo e grande parata del portiere. Al 44’ Stasi dice a no a Salvato su affondo del Solofra. L’ultimo sussulto il tentativo di Cioffi, para ancora Buoniconti.


Interviste

Assolve i suoi Pasquale Iuliano, nonostante tutto il Cervinara non meritava di perdere: “Penso che nonostante tutto abbiamo fatto una buona partita, abbiamo costruito una infinità di palle gol, ma non siamo riusciti a concretizzarle. Mi sento di non buttare la croce sui ragazzi che hanno fatto il loro dovere, non è facile giocare in queste condizioni, sfido chiunque. Nel primo tempo la potevamo sbloccare e chiudere in diverse circostanze, purtroppo anche la buona sorte non ci aiuta in questo momento. Noi non molliamo e certamente questo momento passerà, come passeranno nervosismo e preoccupazioni. Era quasi inevitabile che pagavamo dazio a quanto accaduto nei scorsi giorni, ma riassicuriamo i tifosi il Cervinara tornerà a dimostrare il proprio valore.”

SOLOFRA -CERVINARA 2-1 (1-0)

SOLOFRA: Buoniconti, Olimpo, Capaldo, Della Ventura, Catalano, Tirri (26’st Minopoli), Novi, Perrino (17’pt De Filippo), Balzano, Delle Donne (26’st Spina), Salvato. A disp. Caruccio, Parisi, Serafino, Nappo, Nicodemo, Massimo. All.: Balzano

CERVINARA: Stasi, Cioffi, Iaquinto (35’st Calandrelli), Brogna (19’st D’Andrea), Zerillo, Befi, Fusco (43’st La Torre), Krivca, Conti (25’st Russolillo), Furno, Petrone (1’st Ricci). A disp. Napolitano, Casale L., Guida. All.: Iuliano


ARBITRO: Piscopo di Frattamaggiore
ASSISTENTI: Minichiello di Ariano Irpino e Roselli di Avellino.


RETI: 34’pt. Balzano, 18’st Delle Donne, 41’st Cioffi.

NOTE: Spettatori 200 circa, oltre n centinaio da Cervinara. Ammoniti: Della Ventura, Minopoli, Furno, Fusco.