La Corte Sportiva D’Appello respinge i reclami dei due club irpini

NAPOLI – La Corte Sportiva D’Appello ha respinto i reclami di Audax Cervinara ed Eclanese, le due società che più di tutte si erano lamentate alla quinta giornata delle direzioni arbitrali. I cervinaresi reclamavano contro la chiusura del Canada-Cioffi per 2 giornate per cori razzisti dei tifosi nei confronti dell’arbitro Diop della sezione di Caserta. Il Cervinara intervenuto in audizione di fronte agli avvocati federali con il Presidente Ricci non ha fatto emergere nuovi elementi che potessero cambiare il referto dell’arbitro. Nemmeno i dvd contenti le riprese della partita sono stati presi in considerazione come fonte di prova. Insomma il Cervinara nella prossima partita interna contro il San Vito Positano giocherà ancora a porte chiuse.
Discorso diverso ma con esito identico per l’Eclanese di mister Martino. La Corte D’Appello ha discusso il reclamo per la squalifica di 4 giornate inflitta al difensore Gianluca Guardabascio. Ma elementi nuovi che potevano far ridurre le giornate di squalifica secondo non sono emersi con il Presidente Russo che ha confermato le 4 giornate di stop. Guardabascio salterà la sfida di Sorrento e quella interna con l’Agropoli.