Il giudice sportivo, in virtù anche e soprattutto del referto redatto dal direttore di gara Raffaele Pezzullo, ha deciso di far ripetere la sfida tra le due formazioni. Non ancora note data e ora del nuovo fischio d'inizio

CERRETO SANNITA (BN) - La parentesi sportiva tra Atletico Cerreto e San Nicola 2009 non è ancora chiusa, a decretarlo è stato il giudice sportivo. 

La sfida andata in scena solo parzialmente giorni fa al Cerreto Sannita (qui la vicenda) avrà, infatti, un secondo atto. In virtù di quanto emerso dalle indagini intraprese e dal referto consegnato dal sig. Raffaele Pezzullo (il direttore di gara dell’incontro in questione), il giudice sportivo territoriale (GST) ha accolto il ricorso avanzato dall’Atletico Cerreto e deciso così di far rigiocare la sfida del girone A di Prima Categoria

Il GST, nel giustificare la sua decisione, avrebbe infatti sottolineato come dalle prove non sia stato possibile risalire ad una responsabilità di una delle due squadre nel compiere il gesto violento. Ciò, dunque, ha convinto il giudice ad optare per la ripetizione dal 1′ del confronto, che ad oggi non ha però anche data e orari di un possibile recupero. 

Le due formazioni torneranno così in campo in quello che era un match fondamentale per la corsa alla salvezza nel girone A, ripartendo come se nulla fosse accaduto – fatta eccezione per la situazione legata all’apertura al pubblico dell’impianto. Nonostante, infatti, non sia stato indicato un colpevole preciso per l’accaduto, la violenza subita dal direttore di gara resta. Per tale motivo l’Atletico Cerreto dovrà disputare le prossime due sfide casalinghe a porte chiuse, da affiancare ad un’ammenda di €300,00 per l’accaduto.