Al termine della ventunesima giornata del Campionato Promozione per i gironi A e B, Campania Football ha stilato la sua Top 11 e l'allenatore che maggiormente si sono messi in mostra nelle gare del week - end

NAPOLI-  È tempo di stilare la TOP 11 per quanto riguarda la categoria Promozione. Seguendo sempre il regolamento del CR Campania, che impone alle società di dover schierare obbligatoriamente tre under (1999, 2000 e 2001), mettiamo in campo quello che per noi rappresentano il miglior undici di giornata facendo riferimento alla ventunesima giornata del Campionato Promozione  per i gironi A e B.

MODULO 4-2-4

PORTIERE

Vincenzo Esposito – PONTICELLI CALCIO
Dopo un primo tempo inoperoso, nella ripresa compie una serie di interventi che salvano in più occasioni la porta del Ponticelli. Bravo subito a deviare in angolo una conclusione velenosa di Broscritto, poi è miracoloso so conclusione da due passi di Giannini che non crede ai suoi occhi.  Sul gol ha qualche responsabilità, ma ben più gravi sono quelle dei compagni che costringono prima Esposito a compiere due miracoli e poi ad avere una piccola colpa sul gol che porta i flegrei al vantaggio.

DIFENSORI

Giuseppe Guadagno – VILLA LITERNO
Sempre tra i migliori, altra grande gara nel big match col Forza e Coraggio. Tanta gamba e qualità sulla destra, mai saltato nei novanta minuti e pericolo pubblico sui calci piazzati. Leader indiscusso di un Villa Literno che non muore mai e continua la sua corsa ai Play Off.

Marcello Giunta – US MARCIANISE
Un guerriero nelle retrovie, fa a sportellate anche nel fango pur di salvare il suo Marcianise dal subire gol. Guida la linea difensiva con forza e leadership non facendo sentire affatto la mancanza di Iovinella. Bravo!

Orlando Cocozza – AC MONTESARCHIO 1950
Clean sheet ottenuto contro il Casalnuovo, ennesima prestazione sublime e anche un assist, decisivo, per il raddoppio di Di Blasio che chiude la sfida. Perfetto come sempre, forte come pochi in categoria perché ha fisico, senso della posizione e qualità non da poco per uno che di ruolo fa il difensore centrale. Sempre più leader, assieme a Faraone, di una squadra che fa soprattutto della solidità la sua forza.

Abramo Lauro (2001) – TORRESE
Con Mister Manzo, è esploso un talento. Quello di Lauro, giovane terzino sinistro bravo sia in fase di possesso che non e destinato a fare strada viste le sue qualità che, gara dopo gara, sta mettendo in mostra. Anche col Rione Terra, fa tutto molto bene risultando essere tra i migliori della Torrese Calcio.

CENTROCAMPISTI

Raffaele Pio Pepe (2000) – EDILMER CARDITO
Il biondo centrocampista è sempre più una certezza nello scacchiere di Mister Sanchez, un portento in mediana che fa legna ma che al tempo stesso trova forza e personalità per cercare l’inserimento vincente. Un peperino tutto campo insomma che incarna lo spirito combattivo dell’Edilmer, che vince e convince contro il Liburia. Per Pepe, ennesima prestazione sopra le righe e assist per il raddoppio siglato Costanzo: nella ripresa, invece, potrebbe mettere a referto anche un gol ma il portiere para la sua conclusione centrale in due tempi.

Antonio Izzo (2001) – AC MONTESARCHIO 1950
Segna un gol da giocatore vero, un destro dolce dal limite che bacia la traversa prima di finire la sua corsa in rete. Una rete importante che sblocca la contesa e che fa da ciliegina sulla torta in una gara dove Izzo fa benissimo nel ruolo di mezzala con costanti strappi in fase offensiva sulla destra e anche tanti ripiegamenti in fase difensiva dimostrando di essere così un talento completo e su cui puntare anche nelle prossime gare.

ATTACCANTI

Luca Borrelli – VICO EQUENSE
Segna sempre e solo lui nell’ultimo periodo di un Vico Equense stellare e che ingrana, col Don Guanella, la quarta vittoria di fila. Sempre nel segno di bomber Borrelli, trascinatore indiscusso del reparto avanzato e autore di due reti, di cui una su calcio di rigore da lui stesso procurato, che permettono ai vicani di continuare la lotta al vertice. 14 gol in questo campionato per il “9” napoletano, che in coppia con Varriale vuole riportare in Eccellenza il Vico Equense.

Antonio Iervolino – VIRIBUS SOMMA
Sta trascinando a suon di gol e prestazioni incredibili la Viribus, con il Vitulazio è doppietta ma sono numeri impressionanti quelli dell’attaccante rossoblu, a segno per cinque gare di fila che hanno portato in dote ben nove punti. Coi rosanero, Iervolino segna prima su azione e poi con una gran punizione di rara potenza dagli oltre 30 metri che regala, nel finale, tre punti importantissimi alla Viribus Somma in chiave salvezza.

Mark Clarence Conte – HERMES CASAGIOVE
È assoluto mattatore della sfida con il Ponte segnando una Tripletta e facendo espellere il portiere Possemato, che lo ha fermato fuori area di rigore per evitare una rete. Scatenato Conte che, quando in giornata, diventa difficilmente marcabile grazie soprattutto alla sua velocità. La difesa del Ponte non ci capisce alcunché così l’attaccante del Casagiove, in 60 minuti, regola la squadra beneventana con tre gol in area di rigore.

Vincenzo Di Ruocco – REAL POGGIOMARINO
Segna il gol che sblocca il big match di giornata con l’Ischia, vola in attacco e con De Luca manda a spasso con facilità disarmante la difesa dell’Ischia, considerata la migliore del girone B per numeri e nomi. Non importa però, perché dall’altra parte i due attaccanti fanno ciò che vogliono duettando e inventando giocate degne di una categoria superiore. Alla fine per la premiata ditta D&D saranno applausi e vittoria, un successo che permette al Poggiomarino di continuare a sognare la vetta.

ALLENATORE

Angelo Teta – REAL POGGIOMARINO
Mammamia come gioca bene e quanto vince il Poggiomarino che, guidato dalle idee del suo giovane condottiero Teta, sta sbalordendo tutto e tutti per risultati e numeri. Nessun nome altisonante, tanti bravi giocatori che lavorano insieme e corrono per novanta e passa minuti alla ricerca di punti, un’alchimia questa che basta eccome per mandare al tappeto anche l’Ischia dei grandi nomi, quella che dopo soli 30 minuti è gia sotto di due reti martoriata dalla velocità del duo Di Ruocco – De Luca. Poi, il Poggiomarino si assesta, concede poco e niente in difesa venendo punita solo su un calcio di rigore. Una vittoria che permette così a Teta e Co. di continuare a sognare ancora il sogno Eccellenza, mentre salgono a “16” il numero di gare senza sconfitta del team biancoazzurro.